ECCO COME VENGONO "TUTELATI" I NOSTRI CANI DAI VIVISETTORI
19 apr : 00:41


pubblicata da Eleonora Palazzetti su facebook il 5 giugno 2012 alle ore 13.47 ·


Giorni fa in internet leggo una locandina che girava/gira su facebook: http://www.reteattivaxroma.it/un-tuffo-contro-labbandono-domenica-3-giugno-a-villa-bau-villagun-tuffo-contro-labbandono-domenica-3-giugno-a-villa-bau-village-e/

Si tratta della manifestazione "Un tuffo contro l'abbandono" organizzata per il 3 giugno 2012 dal delegato alla Sanità animale di Roma Capitale, dott. Federico Coccia, e patrocinata dal Comune di Roma come "1° evento di raccolta fondi all'interno della Campagna 2012 di Roma Capitale contro l'abbandono degli animali".

Guardate bene la locandina: in fondo è scritto "con il contributo di Pfizer Animal Health".

Ma chi è la Pfizer? E' il più grande colosso farmaceutico a livello mondiale, noto agli animalisti per praticare la vivisezione.

Non è solo questo. E' anche il colosso che ha sperimentato farmaci su cavie umane, ignari bambini nigeriani: alcuni sono morti, molti altri hanno subito deformità permanenti (vedi fonte https://www.facebook.com/notes/apassociationassociazione-promozione-aiuti-alla-somalia/nigeria-bimbi-usati-come-cavie-umane-la-pfizer-paga-indennizzi-alle-famiglie/267949336583964).

Pensate di aver letto male? No, avete capito bene, il Comune di Roma patrocina una raccolta fondi contro l'abbandono dei cani e la fa sponsorizzare da una nota multinazionale, la Pfizer, che pratica la sperimentazione farmaceutica (=vivisezione) sugli animali e sui bambini nigeriani.

Quindi UN EVENTO PER GLI ANIMALI CON IL CONTRIBUTO DI CHI SPERIMENTA SU ANIMALI.

Vi chiederete allora COSA HA A CHE FARE IL COMUNE CON LA PFIZER?

Basta leggerlo sul sito della Pfizer e tutto vi sarà chiaro, perché il loro rapporto non è occasionale: in particolare "...Coerentemente con tale approccio, l'azienda ha avviato un percorso di partnership pubblico-privato con il Comune di Roma, che ha generato nel corso degli anni un consistente numero di progetti a sostegno degli anziani e dei soggetti fragili..." (vedi http://www.pfizer.it/cont/pfizer-italia-Pfizer-Italia-nella-RSI/pfizer-italia-nella-rsi.asp)

E ancora dalla stessa fonte "...Le partnership tra pubblico e privato Le partnership tra pubblico e privato sono spesso una garanzia di successo per un'azienda. Ne è un esempio la collaborazione che Pfizer ha avviato dal 2006 con il programma speciale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità su "Ricerca e formazione sulle malattie tropicali", in cui l'azienda si impegna a mettere a disposizione il proprio archivio di composti medicinali - il più grande del mondo - per aiutare la ricerca per nuovi antiparassitari contro malattie mortali nei Paesi in via di sviluppo, come malaria, lesmaniosi o tripasionomasi africana (malattia del sonno)...".

Non vi fate sfuggire, infatti, la ricerca sulla LEISHMANIOSI.

 

La notizia che ho dato ed i successivi illuminanti commenti di un utente vengono fatti girare in internet, ma nessuno delle "paladine" e dei "paladini" degli animali alza la voce e grida allo scandalo.

Nemmeno quando la notizia viene riportata da un giornale on line http://www.paesesera.it/Politica/Comune-la-beffa-degli-sponsor-etici-il-Regolamento-c-e-ma-non-si-applica .

Siamo in molti a chiederci il perché, ma anche in molti ad avere una risposta.

Come mai nessun articolo da parte delle "paladine" degli animali? Nessun commento sull'inopportunità di quello sponsor. Strano...non intervengono in difesa degli animali vivisezionati? Come mai no?

Eppure quando c'era da ridire sull'inopportunità di mettere un ex vivisettore all'Ufficio Diritti Animali al posto di una certa persona, si sono sollevati polveroni a più non posso: e-mail al Comune, articoli di giornali vari riportati in prima pagina da associazioni animaliste, da una certa onlus prima di tutte. Come mai adesso no?

RICORDO A TUTTI, qualora fosse sfuggito nella lettura dei vari articoli qui riportati, che IL RAPPORTO COMUNE DI ROMA-PFIZER NASCE PRIMA DEL 2005, QUINDI SIA LA PRECEDENTE GIUNTA COMUNALE SIA L'ATTUALE HANNO LE STESSE RESPONSABILITA'. Leggete bene: "...In particolare, grazie ad una consolidata partnership con il comune di Roma, sono state implementate a partire dal 2005 progettualità a sostegno degli anziani e dei soggetti fragili, facendo leva su una densa rete locale di organizzazioni non profit. Sono nate, inoltre, collaborazioni con università e think thanks; è maturato nel tempo uno scambio significativo con la comunità locale e in piena sinergia con l'Associazione Anima per il sociale nei valori di impresa sono state condivise le "best practices" con altre aziende..." (vedi http://www.pfizer.it/cont/pfizer-italia-Limpegno-di-Pfizer-in-Italia/limpegno-di-pfizer-in-italia.asp).


 volantino_un_tuffo_contro_labbandono.jpgvolantino_un_tuffo_contro_labbandono_particolare_pfizer.jpg 

  

  

  

  

  


  












































































Commenti: 0


24 FEBBRAIO 2016, FINALMENTE CHIUSO IL CANILE ABUSIVO! - Il Canile Comunale ABUSIVO Vitinia EX POVERELLO DEVE CHIUDERE E CHIUDERA'!
21 nov : 13:38


GUARDATE COME HANNO TENUTO PER ANNI QUESTI POVERI CANI...VERGOGNA!


Lunedì 26 novembre 2012 ore 8.00 è previsto il trasferimento dei cani dal Canile Comunale ex Poverello ad altri canili comunali e privati convenzionati con il Comune di Roma, canili nei quali - contrariamente a quanto vuol far credere l'Avcpp (che gestisce i canili comunali romani dietro pagamento di oltre 4 milioni di euro l'anno di by InText" href="#">soldi pubblici) - sono presenti altre associazioni di volontariato che si occupano GRATUITAMENTE (non a pagamento come l'Avcpp!) delle adozioni.

Ciò a seguito di formale diffida di Roma Capitale, proprietaria dei cani, alla gestrice Avcpp di evacuare il canile, diffida rimasta inevasa.

Eh sì, perché il 16 gennaio 2012 è stata fatta un'ispezione dalla Asl RMC e redatto verbale in cui viene chiesta la chiusura del canile per gravissime irregolarità (https://www.facebook.com/#!/notes/eleonora-palazzetti/ispezione-asl-al-canile-ex-poverello-gestito-dallavcpp-ordine-di-immediato-trasf/3631142384939) ed il trasferimento immediato dei cani anziani e/o malati e/o debilitati, praticamente la maggior parte di quelli presenti nella struttura. Il verbale è stato regolarmente notificato al Comune ed all’Avcpp, ma fino ad ora nessuna delle autorità competenti ha mosso un dito, nonostante numerose denunce a tutti gli organi istituzionali preposti.

Lunedì 26 novembre 2012 ... :

Finalmente cani tenuti dall'avcpp per oltre 10 anni in gabbie (o recinti, sempre chiusi in un canile stanno!), avranno la possibilità di non vedere ostacolata la propria adozione e quindi di uscire VIVI dal canile ed entrare in una famiglia.

Finalmente cani tenuti dall'avcpp da anni in condizioni incompatibili con il benessere degli animali, avranno la possibilità di non dover pregare che non ci sia pioggia, fango ed umidità, di non dover avere i polpastrelli feriti da grate di ferro sporgenti dal terreno, di non dover cadere in buche-voragini della terra che costituisce il pavimento delle loro gabbie e di essere lontani da terra mai bonificata piena di parassiti che gli rovinano lo stomaco.

L'avcpp va scrivendo a destra e a manca che sta mettendo a posto le gabbie, ma in realtà sta preparando la struttura per farla diventare "parco canile", quando già manca l'autorizzazione sanitaria come "canile". Nessuna struttura (canile o parco canile) può infatti stare in quel posto, questo però non dice l'avcpp:

in base al piano assetto idrogeologico PAI di Roma Capitale il canile si trova in fascia "AA", è una zona ad alto rischio di dissesto idrogeologico. Frutto della ristrutturazione di un canile abusivo sequestrato, l'ex Poverello è situato - con accesso dalla Via del Mare al km 13,800 - in un'area golenale all'interno di una riserva naturale.

Nel dicembre 2008 il canile era stato in parte evacuato perché a rischio esondazione del Tevere, ma subito dopo l'evento vi erano stati riportati i cani spostati.
Vi è un serio pericolo di crollo della struttura, già una parte esterna limitrofa alle gabbie è sprofondata.

Non sempre ciò che non si vede non rappresenta un gravissimo pericolo: fareste stare i vostri familiari in una casa in mezzo al verde con bella vista ma costruita su un terreno che può cedere da un momento all'altro? Fareste stare i vostri familiari in una casa in mezzo al verde con bella vista su un terreno a rischio esondazione del Tevere?

No??? E allora riflettete se sia giusto lasciare in un posto del genere poveri innocenti animali. E’ ora che si cominci a lavorare con la mentalità volta a prevenire le cosiddette tragedie annunciate, perché di questo si tratta: nessuno potrà dire “Non lo sapevo”.

Adesso Roma Capitale FINALMENTE si sta muovendo per proteggere questi animali e trasferirli in strutture idonee.

Ma l'avcpp sta montando tra i suoi volontari e lavoratori una campagna volta all'illegalità: si vuole occupare il canile lunedì 26 novembre p.v. per impedire il trasferimento dei cani e si disinforma la gente.

Ritorniamo a parlare, come sopra accennato, dell'ispezione effettuata dalla Asl RMC (competente per territorio) il 16 gennaio 2012 a seguito della quale è stato redatto verbale di richiesta urgente chiusura del canile in questione.

A distanza di quasi un anno, il canile è ancora aperto ed i cani malati sono tutti ancora lì. Unica conseguenza che si è avuta – ma solamente dopo la notifica del verbale poiché durante il periodo intercorso tra l’ispezione e la notifica, nonostante le contestazioni fossero ben note all’Avcpp, sono stati ivi portati altri cani malati - è stato il blocco delle entrate di animali.

Dal verbale emerge che il canile è privo di autorizzazione sanitaria poiché manca anche l'impianto fognario. Il canile, infatti, non avrebbe mai potuto essere aperto ed invece di fatto da oltre 5 anni lo è.

Dove sono stati scaricati i liquami in questi 5 anni di apertura del canile comunale e dove vengono tuttora smaltiti? Nel Tevere sottostante il canile? Nel terreno su cui è costruito il canile? C’è quindi anche un danno ambientale dovuto all’inquinamento?

Le acque stagnanti all’interno delle gabbie e dei recinti hanno messo e mettono tuttora in serio pericolo di gravi malattie gli animali, i lavoratori dipendenti e volontari dell’Avcpp, i volontari non Avcpp, i visitatori. C’è stato ed è presente tuttora un grave pericolo di salute per le persone e gli animali.


Il 14 settembre 2012 è stato proclamato con un comunicato lo stato di agitazione dei lavoratori dipendenti dell’avcpp del Canile Comunale ex Poverello appartenenti al sindacato USI. Le motivazioni dello stato di agitazione altro non sono che quanto constatato anche dalla Asl RMC nel verbale di ispezione del 16 gennaio 2012, vale a dire la mancanza di tutela delle condizioni di salute e di sicurezza presso il suddetto canile sia per le persone sia per gli animali.

Non è vero, come scrive l'avcpp, che i lavoratori USI sono in agitazione contro il Comune, ma bensì contro il Comune e l'Avcpp. I lavoratori in questione hanno chiesto il trasferimento presso le altre strutture comunali, è l'avcpp che non glielo concede.

 

Sei un animalista? Sei una persona che ama i cani? Sei una persona che paga le tasse al Comune di Roma?

Allora dovresti lottare in questo caso per il benessere dei cani rinchiusi in una struttura pericolosa, con poca visibilità, pochissime possibilità di adozione a causa di un'associazione che purtroppo li gestisce ostacolando/negando le adozioni di quei poveri cani vecchi e malati per la maggior parte, DOVRESTI LOTTARE PER LA CHIUSURA DI QUESTO CANILE ED IL TRASFERIMENTO DEI CANI NELLE STRUTTURE IDONEE E DOVE C'E' PLURALITA' DI ASSOCIAZIONI CHE GRATUITAMENTE CERCANO DI FARLI ADOTTARE. DOVRESTI LOTTARE PER LA GIUSTIZIA.

 

Dobbiamo evitare che per propri interessi personali ed economici, l'associazione che gestisce a pagamento i canili comunali (4 milioni di euro l'anno) e che ha dimostrato in tante occasioni di voler continuare a tenere – pur contro le direttive della Asl di competenza territoriale e del proprietario degli animali che ricordiamolo è Roma Capitale – i cani in un posto pericoloso (situato in un'area golenale fascia “AA” ad alto rischio di dissesto idrogeologico, struttura completamente abusiva e mancante dell'impianto fognario, con gabbie fatiscenti, eccetera), impedisca il trasferimento dei cani.

BISOGNA PREVENIRE LE TRAGEDIE.

Il freddo e le piogge sono vicine, il rischio esondazione del Tevere pure.

Di seguito i link delle note dove vengono illustrate le problematiche del canile (strutturali e alcuni casi di mancate/scoraggiate adozioni):

  • https://www.facebook.com/#!/notes/eleonora-palazzetti/ispezione-asl-al-canile-ex-poverello-gestito-dallavcpp-ordine-di-immediato-trasf/3631142384939

  • https://www.facebook.com/#!/notes/eleonora-palazzetti/11-maggio-2012-un-giro-al-canile-comunale-ex-poverello-per-vedere-come-e-stato-s/3644892528684

  • https://www.facebook.com/#!/notes/eleonora-palazzetti/anche-i-lavoratori-del-poverello-chiedono-la-chiusura-del-canile-cosa-aspetta-il/4265427481670

  • https://www.facebook.com/eleonora.palazzetti.3/notes#!/notes/eleonora-palazzetti/vergogna-il-povero-lazzaro-implora-giustizia-adottato/2755035562816

  • https://www.facebook.com/eleonora.palazzetti.3/notes#!/notes/eleonora-palazzetti/bella-unaltra-vita-sprecata-nei-canili-comunali-romani/2581002532099

  • https://www.facebook.com/eleonora.palazzetti.3/notes#!/notes/eleonora-palazzetti/la-difficilissima-liberazione-di-due-ostaggi-otto-e-zen-storia-di-ordinaria-foll/3562936959846

Di seguito alcune foto e video di come sono stati tenuti negli anni e come sono tenuti anche attualmente i cani “poverelli”:



taison_recinto_allagato_19.2.10.jpg  
 
 taison_recinto_allagato_n._1_19.2.10.jpgtaison_recinto_allagato_n._2_19.2.10.jpg
 
 
 taison_recinto_allagato_n._3_19.2.10.jpg taison_recinto_allagato_n._4_19.2.10.jpg
 
 taison_recinto_allagato_n._5_19.2.10.jpgtaison_recinto_allagato_n._6_19.2.10.jpg
 
 dado_recinto_allagato_19.2.10.jpgdockborgpegaso_recinto_allagato_19.2.10.jpg
 
 robineolonotte_recinto_allagato_19.2.10.jpgmuffo_recinto_allagato_19.2.10.jpg
 
 albab_recinto_allagato_19.2.10.jpgalan_recinto_allagato_19.2.10.jpg 
 principessaulisse_recinto_allagato_19.2.10.jpg 
 tigreflock_fanghi_e_buche_19.2.10.jpglibero_gi_malato_recinto_allagato_con_scritta.jpg 
 brian_recinto_allagato_19.2.10.jpg margo_recinto_allagato_19.2.10.jpg
 mangoaramistofizorretta_scritta.jpg brandokessy_recinto_allagato_19.2.10.jpg












pasquale_18.10.2012_n._1.jpg  
AGGIORNAMENTO 23 NOVEMBRE 2012:

L'avcpp è contro legge: ha occupato il canile per bloccare il trasferimento dei cani che, ricordiamolo sempre, sono di proprietà del Comune.

AGGIORNAMENTO 26 NOVEMBRE 2012:

Oggi, come stabilito, funzionari del Comune di Roma, del Ministero dell'Ambiente, i PICS (reparto speciale della Polizia di Stato che si occupa di degrado), i Vigili ed i Carabinieri, si sono recati al Canile Comunale ex Poverello ma non sono stati fatti entrare dalla contro legge presidentessa dell'avcpp e dalle sue prodi lavoratrici. Non c'era alcun furgone per il trasporto degli animali. Le persone sono state identificate dalla polizia e prese dichiarazioni a verbale.

Ci sono verbali della Asl RMC (più ispezioni che confermano lo stesso stato della situazione rispetto a quello del 16 gennaio), sopralluoghi del Comune di Roma, della Polizia Fluviale ARDIS, dei Pics (reparto speciale della polizia di Stato che si occupa di degrado), del Ministero dell'Ambiente, dei Vigili, della Protezione Civile, che attestano l'urgenza della chiusura. Il proprietario degli animali Comune di Roma ha diffidato da tempo l'avcpp a trasferire i cani nelle strutture più idonee già da tempo allertate, ma la milionaria ed "apolitica onlus" si rifiuta per oltre 4 milioni di euro l'anno di ragioni.

Tutti contro la povera "onlus" da oltre 4 milioni di euro l'anno di soldi pubblici o c'è molto che non va in quel canile???

A chi contatta l'avcpp viene fatto credere che i cani verranno trasferiti in canili privati dove andranno a star peggio, mentre è ufficiale dal Comune di Roma che verranno trasferiti all'ex Cinodromo (canile comunale dove purtroppo c'è anche l'avcpp), a Villa Andreina (dove oltre l'avcpp, c'è un'altra onlus a gestire gratuitamente le adozioni), a Valle Grande dove ci sono ben 2 associazioni di volontariato che gestiscono gratuitamente le adozioni. Non come l'avcpp che si fa pagare oltre 4 milioni di euro l'anno anche per gestire le adozioni e poi di fatto le scoraggia/nega tenendo i cani del Poverello relegati a vita in gabbia. Ostaggi.


AGGIORNAMENTO 27 NOVEMBRE 2012:

L'Avcpp sul suo gruppo facebook dà notizie minuto per minuto dell'occupazione illegale, ma non dice nulla dei cani. “Stanno tutti bene” con le loro piaghe ed i loro tumori, sono tutti “vivi” pure quelli morti in questi giorni, questo devono pensare gli ignari cittadini ed utenti facebook.

Infatti, sono morti diversi cani dei quali si è avuta notizia da altri, non dall'avcpp.

Beh, ora la grande preoccupazione è fare pressione sulle Istituzioni per non chiudere il Poverello e si “ripulisce” e “sistema” il canile in modo da farlo apparire adatto a far vivere lì quelle povere innocenti creature che non hanno voce: hanno fatto arrivare al Poverello un camion di brecciolino per ricoprire i recinti in modo da far sembrare tutto a posto per il sopralluogo previsto a breve delle Istituzioni...ma tra un mese sarà tutto come prima! Negli anni questi giochetti di apparenti “ripulite” sono stati fatti numerose volte ed i video e le foto confermano che dopo poco tutto ritorna come trovato nelle ispezioni della Asl.

Ora l'importante per l'avcpp è far uscire articoli di giornale, il tutto per far pressione sul Comune di Roma perché tutto rimanga come è.

La replica del Comune su Il Messaggero on line del 26 luglio è la seguente:

Il dipartimento ambiente di Roma Capitale, in qualità di gestore del canile e proprietario degli animali, ha deciso il ricovero presso altre strutture dei cani attualmente ospitati nel canile «ex poverello» in prossimità della sponda del Tevere. Il trasferimento degli animali, già disposto nel gennaio scorso dalla Asl Rm C - rende noto il Dipartimento ambiente di Roma Capitale - si rende necessario ed improrogabile a seguito dell'ultima piena del Tevere che ha reso impraticabile una parte dei locali e compromesso gravemente l'argine del fiume che costeggia il canile.

Per garantire la sicurezza degli animali e dei lavoratori dell'associazione che presta servizio nell'impianto - prosegue la nota del Dipartimento ambiente di Roma Capitale - i cani saranno ospitati dalle strutture comunali e convenzionate di: Villa Andreina, Vallegrande ed ex cinodromo. Ogni opera di manutenzione ordinaria del canile ex poverello è stata regolarmente eseguita e che la ricollocazione degli animali è stata disposta a tutela della loro incolumità e per migliorarne le condizioni di vita. Infatti, la chiusura della struttura era stata già disposta dalla Asl Rm C nel gennaio scorso, quando furono rilevate carenze igienico sanitarie dovute principalmente alla storica assenza dei collegamenti al collettore fognante.

Anche il Ministero dell'Ambiente, nel luglio scorso, aveva sollevato l'ipotesi di sversamenti abusivi di liquami nel fiume, mentre nel corso di altre indagini la Asl aveva nuovamente rilevato la mancata osservanza delle prescrizioni igienico sanitarie ed irregolarità di varia natura, multando i gestori della struttura e imponendo al comune la chiusura della stessa. La frana dell'argine che costeggia il canile, collocato in una zona di massima esondazione, ha obbligato gli uffici dipartimentali ad emanare l'ordine immediato di trasferimento dei cani in altri ricoveri comunali senza ulteriori maggiorazioni di spesa per le casse pubbliche
” (http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/sfratto_canile_vitinia_occupato/notizie/234174.shtml).


AGGIORNAMENTO 3 DICEMBRE 2012:

Omniroma-VITINIA, EARTH: CANILE OCCUPATO PER DIFENDERE CANI O SOLDI?
(OMNIROMA)
Roma, 03 DIC - "Era della scorso lunedì la notizia, divulgata dal dipartimento Ambiente di Roma Capitale dell’imminente chiusura del Canile di Vitinia (Ex Poverello) con relativo spostamento dei circa 120 cani in altre strutture convenzionate. Immediatamente è partita l’offensiva dell’ AVCPP, associazione che gestisce i Canili di Roma che ha addirittura organizzato una occupazione della struttura invitando gli animalisti a scatenarsi contro tale decisione paventando in essi preoccupazione circa le sorti dei cani detenuti". Così in una nota l'associazione Earth.
“Abbiamo ricevuto segnalazioni dagli stessi lavoratori e volontari del canile circa le condizioni indecorose in cui vengono tenuti i cani, perlopiù anziani, del Poverello - spiega Valentina Coppola presidente di EARTH - Le piogge di questi giorni hanno allagato il canile e la protezione civile è stata più volte allertata per eseguire eventuali salvataggi. In base al piano assetto idrogeologico PAI di Roma Capitale in fatti, risulta che il canile si trova in fascia "AA", è una zona ad alto rischio di dissesto idrogeologico. La struttura è stata dichiarata non idonea dalla ASL RM C lo scorso Gennaio, è trascorso quindi un anno da quando avrebbe dovuto essere chiusa anche a causa dell’assenza di un sistema di scarichi a norma. Trovandosi il canile in un'area golenale all'interno di una riserva naturale, sarebbe addirittura ipotizzabile un reato di disastro ambientale a carico del Comune. Ma perché tutto questo trambusto circa lo spostamento dei cani in altre strutture che sono a norma? - continua Valentina Coppola - E’ veramente preoccupazione per i cani o piuttosto per il fatto che a differenza dei canili convenzionati che ricevono un indennizzo dal Comune di circa 3,80 euro al giorno a cane, l’AVCPP ne percepisce dai 13 ai 16 al giorno a cane? Per ogni cane tenuto in un canile senza l’idoneità della ASL e fortemente inquinante per il territorio ogni cittadino romano paga circa 5000, 00 euro all’anno. Non sarà questo il motivo dell’occupazione? ”.
"EARTH invia una lettera formale al Sindaco Alemanno - conclude la nota - con la quale chiede di sbloccare una situazione paradossale nella quale delle persone stipendiate da Roma Capitale occupano una proprietà del Comune e tengono sotto sequestro dei cani che sono di proprietà del Sindaco e perché il business dei canili d’oro abbia immediata fine, i cani non sono un mezzo per fare affari".

 

Omniroma-EX POVERELLO, TODINI (PDL): "SE NON CI SONO CONDIZIONI, CANILE CHIUDA"

(OMNIROMA) Roma, 03 DIC 2012 - “Se il canile di Vitinia, ex Poverello, non ha le condizioni per poter sussistere, si chiuda immediatamente. Se la Asl RmC ritiene che la struttura non sia conforme, se il piano di assetto idrogeologico stabilisce che trattasi di sito inidoneo poiché in area golenale, quindi ad alto rischio di dissesto idrogeologico, con conseguenze negative ed ostili al benessere degli animali, non si comprende perché il canile non debba chiudere. Bisogna accogliere e non sottovalutare le varie grida d’allarme che provengono dall’Associazione Earth, dai volontari stessi del canile, e da cittadini che si recano al canile di Vitinia ai quali, però, viene vietato loro l’accesso. Sulla vicenda presenterò un’interrogazione urgente per sollecitare azioni non più procrastinabili”.

Lo dichiara il consigliere del Pdl di Roma Capitale e membro della commissione ambiente, Ludovico Todini (Pdl).


AGGIORNAMENTO 5 DICEMBRE 2012:

Chi è passato oggi casualmente dalle parti del canile comunale ex Poverello ha visto arrivare per un sopralluogo le seguenti persone: l'onorevola Monica Cirinnà, Cristina Bedini, l'Assessore all'Ambiente di Roma Marco Visconti, 3 funzionari dell'Ufficio Benessere Animali, funzionari della Asl. Naturalmente erano stati posizionati nei recinti quintali di brecciolino a coprire le vergogne, come vi avevo anticipato, tutto quindi in apparente ordine. Ma molti non sanno che è trapelata la notizia che c'è un proprietario di una parte del canile che ne chiede la restituzione ed è in causa per gli affitti mai pagati negli anni passati per oltre 50.000 euro. L'ASSESSORE STA FORSE PENSANDO DI SPENDERE ULTERIORI SOLDI PUBBLICI PER FARE L'IMPIANTO FOGNARIO DI UN CANILE CHE NON HA MOTIVO DI ESISTERE? VOGLIAMO PORTARE A CONOSCENZA DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA COME VENGONO SPESI I SOLDI PUBBLICI? Eh sì, perchè da tempo ci sono posti liberi per trasferire i cani nelle altre strutture che costano un terzo di quello che costano al Poverello! Se la struttura non chiuderà a breve, sarà Roma Capitale ad avere denunce da parte dei cittadini. CHI SE LA PRENDE LA RESPONSABILITA'?


Omniroma-ANIMALI, CODICI: STOP A STANZIAMENTO FONDI SENZA BANDO GARA
(OMNIROMA) Roma, 05 DIC - "Basta con lo stanziamento dei fondi destinati ai canili e ai gattili di Roma senza bando di gara.
I soldi pubblici devono essere stanziati con criteri obiet
tivi e trasparenti ad Associazioni, Enti e Organizzazioni che hanno dapprima partecipato ad un regolare bando di gara. E’ necessario che si sappia quanti soldi vengono destinati allo scopo, quali sono i criteri di accesso ai fondi e i canoni che rendono un’associazione idonea all’assegnazione delle risorse economiche messe a disposizione dall’Ente pubblico. Il discorso vale anche per i 450.000 euro, come affermato dal consigliere Monica Cirinnà, destinati a tutelare i cani ed i gatti di alcune strutture di ricezione e ricovero degli animali e alla ristrutturazione di canili". Così in una nota il Codici che "chiede quindi il rispetto della legge 241/90 e diffida il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, dal procedere con l’attribuzione casuale di fondi senza che ci sia stato preliminarmente e regolarmente un bando di gara, in caso contrario Codici procederà ad impugnare il provvedimento".



AGGIORNAMENTO 8 DICEMBRE 2012:
Dopo aver letto la dichiarazione della indagata presidentessa Simona Novi sul gruppo facebook dell'avcpp: "...Il canile inquina il Tevere? Il canile ha un sistema di fognature privato, del tutto a norma, non c'è alcun percolato o sversamento nel Tevere...". ECCO IL SISTEMA DI FOGNATURE PRIVATO del canile ex Poverello fotografato il 21 settembre 2012. Chissà se la Magistratura - quella buona non quella che archivia ed insabbia - sarà d'accordo con l' INDAGATA SIMONA NOVI? A voi sembra "del tutto a norma"? DIRETTAMENTE NELLA RISERVA NATURALE DEL LITORALE ROMANO!
 scarico_abusivo_21.09.2012_n._1.jpg scarico_abusivo_21.09.2012_n._2.jpg

AGGIORNAMENTO 20 OTTOBRE 2013:
Sono passati circa 2 anni dall'ingiunzione di chiusura ed il canile è ancora aperto: bloccate dalla Asl le entrate degli animali (almeno questo!!!), la struttura è ancora occupata illegalmente dall'Avcpp che - nonostante la diffida del Comune a consentire il trasferimento dei cani e la chiusura - percepisce pure i soldi pubblici per la gestione degli animali in ostaggio e mantiene sempre lo stesso numero di lavoratori all'interno del canile anche se i cani sono diventati nel frattempo meno della metà di quelli presenti al momento del blocco delle entrate (ad oggi 95 cani se non di meno, visto che l'avcpp non rende più pubblici in tempo reale i decessi avvenuti).

AGGIORNAMENTO 15, 16 E 17 NOVEMBRE 2013:
Di seguito i link degli articoli usciti in questi giorni riguardanti l'inchiesta del quotidiano "Il Tempo" sui canili comunali di Roma:

http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
 
http://www.iltempo.it/politica/2013/11/15/business-da-6-milioni-per-i-canili-pubblici-sulla-pelle-di-fido-il-triplo-dei-fondi-destinati-agli-anziani-piu-soldi-ai-cani-che-ai-nonni-1.1189665

 

http://www.iltempo.it/politica/2013/11/15/in-stipendi-3-milioni-di-euro-per-le-adozioni-solo-9-mila-1.1189698

 

http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/nella-puntata-precedente-piu-cani-piu-sprechi-le-prove-1.1189944?localLinksEnabled=false
 
http://www.iltempo.it/roma-capitale/cronaca/2013/11/17/una-gestione-ormai-fuori-controllo-1.1190345


AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
SUL WEB E' USCITA LA NOTIZIA CHE LUNEDI' 17 MARZO 2014 C'E' STATA UN'ISPEZIONE DEI CARABINIERI NAS AL CANILE EX POVERELLO.
SIAMO TUTTI CON LE FORZE DELL'ORDINE!
 
AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:
CON DELIBERA IN DATA ODIERNA L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE DI ROMA CAPITALE ON. ESTELLA MARINO HA ORDINATO LA CHIUSURA DEI CANILI ABUSIVI RIFUGIO VITINIA EX POVERELLO E VALLE DEI CUCCIOLI.
 
AGGIORNAMENTO 10 NOVEMBRE 2014:
IN DATA ODIERNA C'E' STATA L'ENNESIMA ISPEZIONE CONGIUNTA DELLA ASL RMC E DI ROMA CAPITALE PRESSO IL CANILE ABUSIVO EX POVERELLO. LA ASL HA CONFERMATO LA NECESSITA' DI CHIUDERE IL CANILE E DI SPOSTARE IMMEDIATAMENTE PRESSO LE ALTRE STRUTTURE COMUNALI I CANI CHE SI TROVANO IN GRAVI CONDIZIONI.
AVCPP SI E' RIFIUTATA DI SPOSTARE 13 CANI.
I CANI, SI RICORDA, SONO DI PROPRIETA' DEL COMUNE DI ROMA...
 
AGGIORNAMENTO 16 GENNAIO 2015:
SONO PASSATI INUTILMENTE 3 ANNI DALL'INGIUNZIONE DI CHIUSURA DEL CANILE E DI TRASFERIMENTO DEI CANI DELLA ASL RMC.
ASPETTIAMO L'INTERVENTO DELLA MAGISTRATURA.
 

AGGIORNAMENTO 10 MAGGIO 2015:

Trasmissione in tv “L’Arena” di Giletti

 

Roma - "Quanti soldi pubblici nel business dei randagi" titola così il servizio de L'Arena andato in onda domenica 10 maggio 2015. Massimo Giletti ha puntato il dito contro l'associazione privata che gestisce i canili comunali di Roma, l' AVCPP ( Associazione Volontari Canile Porta Portese). Il fotofinish è quello di una realtà da stipendi d'oro, milionari finanziamenti pubblici senza gara, nessun concorso pubblico ed assunzione di amici per chiamata diretta.”

http://www.agenpress.it/notizie/news/ultime-notizie/48-ultime-notizie-cronaca/3364-partito-animalista-europeo-immigrati-campi-rom-canili-comunali-il-sistema-e-il-medesimo-uomini-od-animali-solo-mero-profitto.html

 

AGGIORNAMENTO 5 GIUGNO 2015:

Riporto dal quotidiano Il Tempo del 5 giugno 2015 l'intercettazione nell'inchiesta Mafia Capitale riguardante i canili comunali romani:

'...L'interesse della 29 Giugno va anche ai canili. Buzzi spiega al suo collaboratore: " er canile...mi so' comprato Altamura" e poi ancora "...il canile lo decide la Cirinnà e Altamura"

AVETE CAPITO BENE? BUZZI AFFERMA CHE "IL CANILE LO DECIDE LA CIRINNA' E ALTAMURA" !

LA SENATRICE PD MONICA CIRINNA', LA PROTETTRICE DELL'AVCPP GESTRICE DEI CANILI COMUNALI. DA IERI ALTAMURA (EX DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO AMBIENTE) E' AGLI ARRESTI DOMICILIARI.

 

AGGIORNAMENTO 7 GIUGNO 2015:

Riporto dall'articolo:

"...appalti illegali dei canili comunali, che sono in mano alla medesima associazione privata nominata e insediata dalla senatrice PD Monica Cirinnà, moglie del già senatore e capogruppo PD Regione Lazio ed attuale sindaco di Fiumicino Esterino Montino, indagato per i reati di truffa aggravata, peculato, false fatturazioni e illecito finanziamento ai partiti a margine dell'inchiesta giudiziaria circa lo sperpero di denaro pubblico del gruppo PD alla Pisana che nel triennio 2010 – 2012 avrebbe dilapidato 2 milioni e 600 mila euro..."

http://www.agenpress.it/notizie/news/ultime-notizie/48-ultime-notizie-cronaca/3364-partito-animalista-europeo-immigrati-campi-rom-canili-comunali-il-sistema-e-il-medesimo-uomini-od-animali-solo-mero-profitto.html




 


































 




Commenti: 0


DECEDUTO Nestore (matricola 86/07)
16 feb : 11:48


Gray detto Nestore è...



...un anziano pitbull di taglia media dal mantello tigrato entrato in gabbia il 17/01/2007, energico nonostante la sua età. Non è il più bello del canile, ma ti conquista con la sua simpatia: quando vede i volontari, li "chiama" disperato per uscire in passeggiata e, se è il suo turno, al rientro si impunta e sul suo muso appare un'espressione implorante che da una parte fa sorridere vista la sua aria da duro, dall'altra fa tanta tenerezza. Venite a conoscerlo!
Matricola 86/07


Referente annuncio volontaria autorizzata dal Comune di Roma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  

AGGIORNAMENTO 2 MAGGIO 2011:
Operato per una lesione alla zampa anteriore sinistra.

AGGIORNAMENTO 5 OTTOBRE 2011:

Nonostante Nestore sia all'interno del circuito dei canili comunali dal lontano 2007, non è stato sterilizzato come previsto per legge.

DECEDUTO IL 21 NOVEMBRE 2011.




Commenti: 0


ADOTTATO Capello (matricola 1527/11) - ADOZIONE DEL CUORE PER QUESTO TENERO VECCHIETTO TAGLIA MEDIA DI CIRCA 12 ANNI
31 gen : 18:17


Zeus detto Capello è un meticcio nero entrato in gabbia il 6 settembre 2011 abbandonato insieme alla compagna dal suo padrone all'età di 8 anni...


 capello_muso3.jpg capello_intero3.jpg


...Non vi fate ingannare dalle foto in cui sembra un orso grande di peluche, è una taglia media. Molto allegro e coccolone, è simpaticissimo con quella lingua a macchie scure. La sua compagna è uscita dalla gabbia, per lui ancora non si sono aperte le porte del canile...aiutiamolo ad uscire dalla prigionia!
Matricola 1527/11

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 capello_intero_n._1.jpg capello_muso_n._2.jpg
capello_intero2.jpg capello_intero4.jpg

AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2012:
Ora Capello ha circa 9 anni e aspetta ancora di uscire vivo dal canile...
 
AGGIORNAMENTO OTTOBRE 2013:
E' passato un altro anno in gabbia, ora ne ha 10...
 

AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
Questa povera creatura si trova ancora in gabbia, all’interno di un canile abusivo occupato (contro il volere del proprietario Comune di Roma) da chi, purtroppo, lo gestisce a pagamento con soldi pubblici.

Leggete dove si trova in questo recente articolo del quotidiano “Il Tempo” e diffondete il suo appello per cercare adozione: http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
Ed ancora guardate video e foto del canile negli anni http://www.zampepulite.org/news.php?extend.256
AIUTATECI A TROVARE UNA BUONA ADOZIONE, FATE GIRARE IL SUO APPELLO, GRAZIE.

 

AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:

FINALMENTE IL CANILE ABUSIVO E FUORILEGGE DOVE SI TROVA STA PER CHIUDERE ED I CANI VERRANNO TRASFERITI IN ALTRE STRUTTURE COMUNALI, CERCHIAMO CON URGENZA DI TROVARGLI INVECE UN “TRASFERIMENTO” DEFINITIVO IN UNA CASA DOPO TANTI ANNI DI GABBIA!

http://www.iltempo.it/roma-capitale/2014/05/22/canili-fuorilegge-chi-non-si-adegua-via-1.1252433

 

AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2014:

Il povero Capello ha raggiunto l'età di circa 11 anni sempre dietro le sbarre...

AGGIORNAMENTO 16 AGOSTO 2015:

Ora ha circa 12 anni e si trova sempre in gabbia...

AGGIORNAMENTO 28 OTTOBRE 2015:

Sparito, è scomparso anche Capello dal canile abusivo! La gestrice avcpp della struttura, con ingiunzione di chiusura MAI rispettata (la legge vale per gli altri, MAI per l'avcpp), ha tenuto un cane così anziano in condizioni di assoluta incompatibilità con il suo stato di salute e adesso "mette" la notizia della "adozione" - avvenuta chissà quando, è indicato "ottobre 2015" - in maniera che in pochi la leggano: nella quinta pagina delle adozioni facendola appunto retrocedere con la data del vecchio aggiornamento ...cosa ha da nascondere?

 

AGGIORNAMENTO 20 NOVEMBRE 2015:

C'era qualcosa da nascondere in effetti, l'adozione non è stata trovata dall'avcpp. Siamo lieti, infatti, di comunicare che l'adottante altro non è che una persona in provincia di Roma che aveva visto questo appello, ci aveva contattati per poi rivolgersi direttamente al canile. Ci eravamo preoccupati per l'improvvisa scomparsa proprio pensando ai precedenti desaparecidos ed invece c'era la sola volontà di non rendere noto alcun dato dell'adottante in modo da non ricondurlo a noi. Siamo lieti di esserci sbagliati e che siano queste le futili motivazioni della mancanza di dati e foto. GRAZIE DI CUORE A FAUSTA G. ED AL SUO COMPAGNO PER AVERLO LIBERATO, BUONA VITA CAPELLO CORRI FELICE NEL GIARDINO DEL VILLINO CON LA TUA NUOVA COMPAGNA GIOVANE LUPETTA.

UN RINGRAZIAMENTO IMMENSO A TUTTE LE PERSONE CHE HANNO CONDIVISO QUESTO APPELLO E CHE LO HANNO FATTO ARRIVARE SULLA BACHECA GIUSTA REALIZZANDO IL NOSTRO ED IL SUO SOGNO. 

 





































Commenti: 0


ADOTTATO Gupy (matricola 607/02) - ADOZIONE DEL CUORE, DAL 2002 CHIUSO IN GABBIA
27 feb : 12:07


è un tenero canetto sempre...



...con il sorriso stampato sul muso quando vede qualcuno avvicinarsi alla sua gabbia. Purtroppo, ha ben poco per cui essere allegro: ha già conosciuto ben tre canili (Porta Portese, Muratella, ex Poverello) e si trova in stato di reclusione dal lontano 2002... Possibile che nessuno si faccia avanti per lui?
Matricola 607/02

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  

ATTENZIONE:
Per cortesia, fate riferimento al numero di matricola 607/2002 poiché l'associazione che gestisce il canile - come avvenuto anche per altri cani del canile ex Poverello (caso strano sempre per questa struttura, ma conservo tutte le stampe dei casuali errori di matricola o microchip, poi corretti a seguito di lettura delle mie segnalazioni) - ha mandato in rete un appello con il numero di matricola sbagliato. Questa "confusione" ha messo e mette a rischio l'adozione di Gupy poiché quando la gente chiama l'Ufficio Adozioni (della suddetta associazione) che si trova nel canile principale della Muratella, indicando i dati sbagliati, il personale dipendente non riesce così ad individuare il cane. Come scritto da tempo correttamente sul mio appello, il cane è entrato in gabbia il 6 maggio 2002, microchip n. 380098100559323, matricola 607/02.

AGGIORNAMENTO 24 OTTOBRE 2011:
Gupy poggia male la zampa posteriore destra ed è dimagrito molto.
  
  

AGGIORNAMENTO 29 DICEMBRE 2011:
URGENTE ADOZIONE DEL CUORE
Gupy sta male da diversi mesi, dimagrito moltissimo. L'associazione che gestisce il canile non ha mai fatto un aggiornamento su di lui dal 13 settembre 2010, data in cui ha pubblicato per la prima volta il suo appello, eppure è noto in canile che nella gabbia del cane si trova spesso diarrea e sangue. E' evidente che il cane sia stato visitato dato che ha il pelo rasato nella parte bassa del dorso come potete notare dalle foto scattate oggi. Nessuna notizia è stata pubblicata dall'associazione in tanti mesi né richiesta con urgenza la sua adozione. Questo dimagrimento così forte farebbe pensare ad un tumore.
  
  
  

AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2012:
Come al solito, come metto un aggiornamento su un cane, l'associazione che gestisce il canile "si ricorda" dopo mesi di farlo anche lei. Prima è stato detto che da accertamenti si trattava di un'infiammazione intestinale senza escludere, però, altro (non è stata fatta una biopsia intestinale). Poi scrivono che ha una zampa gonfia ed è di nuovo in diarrea... Insomma, l'ipotesi più probabile continua ad essere TUMORE, spiegherebbe l'eccessivo dimagrimento e la diarrea.

AGGIORNAMENTO 27 GIUGNO 2012:
gupy_27.06.2012_n._1.jpg gupy_27.06.2012_n._3.jpg
 gupy_27.06.2012_n._2.jpg 

AGGIORNAMENTO 21 SETTEMBRE 2012:

 gupy_21.09.2012_n._2.jpg gupy_21.09.2012_n._3.jpg
 
AGGIORNAMENTO 28 FEBBRAIO 2014:
Sono ben 12 anni che questo canetto vive in stato di reclusione...
 
AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
Questa povera creatura si trova ancora in gabbia, all’interno di un canile abusivo occupato (contro il volere del proprietario Comune di Roma) da chi, purtroppo, lo gestisce a pagamento con soldi pubblici.
Leggete dove si trova in questo recente articolo del quotidiano “Il Tempo”  e diffondete il suo appello per cercare adozione: http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
Ed ancora guardate video e foto del canile negli anni http://www.zampepulite.org/news.php?extend.256
AIUTATECI A TROVARE UNA BUONA ADOZIONE, FATE GIRARE IL SUO APPELLO, GRAZIE.
 

AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:

FINALMENTE IL CANILE ABUSIVO E FUORILEGGE DOVE SI TROVA STA PER CHIUDERE ED I CANI VERRANNO TRASFERITI IN ALTRE STRUTTURE COMUNALI, CERCHIAMO CON URGENZA DI TROVARGLI INVECE UN “TRASFERIMENTO” DEFINITIVO IN UNA CASA DOPO TANTI ANNI DI GABBIA!

 
  














  




Commenti: 0


ADOTTATA Matilda
20 feb : 22:21


è una canetta molto allegra...




...ed ha un bel manto bianco con macchie beige che rimane sempre pulito grazie al suo pelo corto. Affettuosissima con le persone, cerca sempre un contatto umano. Estremamente bisognosa d'affetto, con quel suo buffo musetto attira l'attenzione in ogni modo quando qualcuno si avvicina al suo box. Se vuoi che nella tua vita entri tanta allegria, vieni ad adottarla!


Referente annuncio volontaria autorizzata dal Comune di Roma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

ADOTTATA IL 17 MARZO 2012.




Commenti: 0


DECEDUTA Bella
15 feb : 22:09


URGENTISSIMA ADOZIONE DEL CUORE: Bella è un incrocio spinone...


...spettacolare. Allegra ed affettuosa nonostante un passato difficile: proviene dal sequestro per maltrattamenti di un canile lager ed ha sofferto tanto, oltre 11 anni di gabbia! Non è arrivato anche per lei il momento di conoscere la libertà? Aiutatela a non morire in canile.


Referente annuncio volontaria autorizzata dal Comune di Roma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

   

AGGIORNAMENTO 3 NOVEMBRE 2011:
Bella sta male: ha un bozzo sul collo ed è dimagrita tanto. Oggi non ha quasi toccato il cibo che le era stato portato verso fine mattinata (pasta "scotta al punto giusto" con poca carne). Sul suo stato di salute non ci viene comunicato nulla né l'associazione che gestisce il canile ha dato ufficialmente aggiornamenti.
LA SUA ADOZIONE E' URGENTISSIMA.
   
   

 

AGGIORNAMENTO AL 30 NOVEMBRE 2011:

Era talmente evidente, così facile da intuire che la povera Bella avesse un TUMORE, ma l'associazione che gestisce il canile aveva scritto come aggiornamento al 3 novembre 2011:

"AGGIORNAMENTI al 5 novembre 2011 - Ciao Bella, alcuni cittadini ci hanno contattati perchè dicono che su di te girano delle strane informazioni su facebook... Ovviamente abbiamo spiegato di cosa si tratta e spiegato che la ciste che ti è stata fotografata è una ciste di grasso che tende a riformarsi, nonostante ti sia stata già tolta una volta grazie ad una donazione di una volontaria AVCPP, ma che non ti crea nessun tipo di problema. Contestualmente abbiamo fornito le ultime informazioni sanitarie su di te che per alcuni giorni sei andata in diarrea e sei stata un po' negligente nel mangiare, ma quando gli operatori del rifugio ti hanno cominciato ad offrire cibo cucinato - pasta scotta al punto giusto e tanta carne - ti è tornato l'appetito. Comunque AVCPP ti ha già fatto fare due ecografie (grazie Lorenzo, grande veterinario volontario!) e a livello intestinale non risulta nulla. A livello dello stomaco, invece, hai come una formazione , un ispessimento sulla parete esterna dello stomaco, ma secondo i nostri eccezionali veterinari volontari questo inspessimento non centra nulla con la diarrea. Ora hai ripreso bene a mangiare, comunque, e sei stata trattata sia con antibiotici specifici che con vetkelfizina perchè sei risultata positiva ai coccidi. Nei prossimi giorni vedremo se sarà necessario fare altri accertamenti, sempre a spese di AVCPP, ovviamente."

Tutto ciò prendendo in giro chi, invece, aveva ben capito come stavano andando le cose...come sempre d'altronde.

L'aggiornamento era stato fatto a seguito di quanto da me osservato, fotografato e scritto anche su questo sito.

Poi, sempre casualmente il giorno che sono andata di nuovo in canile, un altro aggiornamento con tanto di favole sull'arresto della diarrea:

"AGGIORNAMENTI al 14 novembre 2011 - Bella con la nuova dieta suggerita da Valeria, una delle nostre fantastiche veterinarie volontarie, sta un poco meglio e la sua diarrea si sta arrestando. Abbiamo infatti sospeso qualunque farmaco che, non dando risultati apprezzabili, rischiano solo di compromettere una situazione dell'intestino già non equilibrio."


Per smentire quanto raccontato dall'avcpp, vi metto la foto scattata proprio quel giorno con ben 2 diarree all'interno della gabbia di Bella evidenziandovi che, all'ora in cui è stata scattata, era già stato fatto il turno per pulire la gabbia.


Casualmente proprio oggi che sono andata in canile viene pubblicato dall'avcpp un aggiornamento retrodatato al giorno prima (ma rimane la data di pubblicazione all'inizio dell'appello!):

"AGGIORNAMENTI al 29 novembre 2011 - Bella, nonostante la dieta e le terapie fatte, continuava a stare male e cosi', a spese AVCPP, è stata portata a fare nuovi accertamenti.

In una giornata di controlli, sono state fatte nuove ecografie, dopo quelle allo stomaco e all'intestino già fatte ad ottobre, e questi nuovi accertamenti hanno evidenziato dei tumori diffusi, alla milza e al fegato. Quello al fegato è inoperabile. Le prospettive di vita sono molto basse."

 

Adesso che è troppo tardi fanno finta di cercarle un'adozione.

Ma le balle si sono sprecate in tutto questo tempo e vi dimostro il perché.

Bella non poteva avere i coccidi perché è stata, fin dall'inizio dell'evidenza del suo malessere, spostata in una gabbia con terra con accanto altre gabbie con cani: andava ovviamente messa in una gabbia con pavimentazione in cemento al fine di evitare la diffusione dei cocciti.

Quindi, o la responsabile del canile ha commesso volontariamente un errore imperdonabile mettendo a rischio tutti i cani oppure sapeva bene che si trattava di tumore.

E sapete perché ad oggi hanno messo l'aggiornamento?

Perché hanno visto in canile che fotografavo Bella che, durante la mattinata, era stata spostata all'entrata del canile e circolava in mezzo ad altri cani della degenza che si trovavano lì davanti a sgambare: quali coccidi????

Sapevano benissimo che chiunque avrebbe potuto sollevare tale obiezione guardando le mie foto.

Le bugie hanno le gambe corte.

Grazie Avcpp per aver reso più corta la vita di Bella dopo oltre 10 anni di gabbia nei canili da voi gestiti!

 

Ed ora, concentriamoci su questa povera canetta che poteva essere operata al tumore se presa in tempo. Ora ha i giorni contati...

   




Commenti: 0


ADOTTATO Raffaello (matricola 422/11) - ADOZIONE DEL CUORE
29 set : 01:07


è un anziano canetto entrato in gabbia il 25 marzo 2011: ha la dermatite in alcuni punti del corpo (non contagiosa per cani ed umani), è pauroso con le persone, va d'accordo con i suoi simili...Purtroppo, vista l'età,non ha tante possibilità di...


  

...uscire vivo dal canile, oltretutto è stato anche trasferito nella struttura ex Poverello dove vi è scarsa affluenza di pubblico...la sua unica possibilità è che qualcuno lo noti in questo appello internet, il suo primo appello. Non lasciare cadere nel vuoto il suo appello di ricerca della libertà perduta, aiutalo a Vivere l'ultimo periodo della sua esistenza... perché in gabbia non c'è Vita!
Matricola 422/11

 

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  

AGGIORNAMENTO 28 AGOSTO 2012:

raffaello_28.08.2012_n._2.jpgraffaello_28.08.2012_n._1.jpg 

AGGIORNAMENTO 2 OTTOBRE 2012:
Raffaello non è castrato, nonostante la normativa preveda la sterilizzazione dei cani entrati nei canili comunali. Sebbene abbia la pelle chiara, i suoi testicoli sono di colore molto scuro, speriamo non si tratti di un problema di salute. L'associazione che gestisce il canile non ha fornito alcuna informazione sanitaria.
 raffaello_2.10.2012_n._2.jpg raffaello_2.10.2012_n._1.jpg

AGGIORNAMENTO 21 GENNAIO 2013:
Oggi è morto il suo compagno di gabbia...ora è rimasto solo...

AGGIORNAMENTO AGOSTO 2013:
Uscito in affido.











Commenti: 0


ADOTTATA Molly
16 feb : 18:30


è una bellissima femmina a pelo lungo...



...dal mantello biondo e con le orecchie dritte. Non capiamo come sia possibile che nessuno voglia averla al proprio fianco... Basta guardare i suoi occhioni, così dolci, chiedono solo un po' d'amore... niente di piu'...non fatela aspettare troppo!
Microchip 380098101407151

AGGIORNAMENTO GENNAIO 2011:
Ormai sono due anni che Molly è stata trasferita al canile ex Poverello, prima era chiusa da anni in un altro canile sempre con poco afflusso di pubblico. L'unica sua chance resta internet. Sta invecchiando in gabbia, non è giusto... eppure è anche compatibile con i suoi simili, sia maschi sia femmine, possibile che nessuno si innamori di lei?

 

Referente annuncio volontaria autorizzata dal Comune di Roma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

AGGIORNAMENTO 10 GENNAIO 2013:

Uscita dal canile. Leggete come e perché http://www.cucciolissimi.net/adottami/canili-rifugi-di-roma-e-provincia/rifugio-ex-poverello/adottati-e-testimonianze/813-molly-dolce-lupacchiotta-bionda-#comment-19240

 

 





Commenti: 0


DECEDUTA Emma
19 giu : 15:44


Urgente, dopo oltre 12 anni di gabbia ora un tumore...

   


Emma è una bellissima cagnolina di taglia mediopiccola proveniente dal sequestro per maltrattamenti di un canile lager. E' la sorella di Cesira, anche se non vivono insieme nella stessa gabbia: come lei, è stata timorosa per tanto tempo ma ora è recuperata ed adottabile. E' affettuosissima con gli esseri umani, socievole con gli altri cani sia maschi sia femmine. Cosa aspetti a venire a liberarla? Se lo merita dopo oltre 12 anni di reclusione!

AGGIORNAMENTO 19 GIUGNO 2011: ADOZIONE DEL CUORE URGENTE

Il 17 giugno è morto Obelix il suo compagno di sempre, compagno di gabbia ovviamente... Emma è invecchiata tanto, invecchiata dietro le sbarre ed ora le è spuntato anche un tumore...troppo, è veramente troppo, una vita piena di sofferenze, una vita sprecata. Dobbiamo trovare qualcuno che dia un senso alla sua vita, anche se nell'ultimo periodo, portandola via dal canile.
Aiutiamola, diffondiamo il suo appello!



Referente annuncio volontaria autorizzata dal Comune di Roma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

   


Sono passati anni ed anni, il sorriso di Emma si è spento, sul suo muso è stampata la rassegnazione...AIUTIAMOLA AD USCIRE VIVA DAL CANILE.



DECEDUTA IL 26 LUGLIO 2011.

   

 




Commenti: 0


USCITO Sting (matricola 1601/08) - URGENTE ADOZIONE DEL CUORE
23 apr : 23:20


è un bel pastore tedesco di taglia media contenuta di un'allegria travolgente: sembra un cucciolone, ma in realtà è un canetto anziano e questo, una volta finito in gabbia, è un fattore che rende difficile la sua adozione...


  

...Dal 2008, anno di inizio della sua reclusione, questo è il suo primo appello. La gente cerca sempre cuccioli o cani giovani, così creature meravigliose come Sting non hanno tante possibilità di uscire. Se solo quella gente sapesse vedere il tenero cucciolo che c'è dentro Sting!
Matricola 1601/08

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

AGGIORNAMENTO 27 GIUGNO 2012:

Guardate come sono in fuori le ossa della testa di Sting...è dimagrito molto, se lo si accarezza si possono sentire e contare tutte le costole...

 sting_27.06.2012_n._2.jpg sting_27.06.2012_n._1.jpg
 sting_27.06.2012_n._3.jpg sting_27.06.2012_n._5.jpg
 sting_27.06.2012_n._6.jpg 

AGGIORNAMENTO 21 DICEMBRE 2012:

Oggi Sting non era nella sua gabbia, né l'ho visto altrove in canile. Ho chiesto agli operatori della struttura dove fosse e la presidentessa dell'associazione che la gestisce mi ha risposto in clinica. Non so dirvi se sia vero o meno. Di certo da un po' di mesi vedevo il cane molto magro, troppo...

 

AGGIORNAMENTO 9 FEBBRAIO 2013:

Sting ha l'addome rasato, segno evidente che sono state eseguite delle ecografie, ma l'associazione che gestisce il canile continua come al solito a non dare alcuna informazione sullo stato di salute del cane. LA SUA ADOZIONE E' MOLTO URGENTE, vista l'età e l'estrema magrezza del cane che fa sospettare il peggio...

 

AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
Questa povera creatura si trova ancora in gabbia, all’interno di un canile abusivo occupato (contro il volere del proprietario Comune di Roma) da chi, purtroppo, lo gestisce a pagamento con soldi pubblici.
Leggete dove si trova in questo recente articolo del quotidiano “Il Tempo”  e diffondete il suo appello per cercare adozione: http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
Ed ancora guardate video e foto del canile negli anni http://www.zampepulite.org/news.php?extend.256
AIUTATECI A TROVARE UNA BUONA ADOZIONE, FATE GIRARE IL SUO APPELLO, GRAZIE.
 

AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:

FINALMENTE IL CANILE ABUSIVO E FUORILEGGE DOVE SI TROVA STA PER CHIUDERE ED I CANI VERRANNO TRASFERITI IN ALTRE STRUTTURE COMUNALI, CERCHIAMO CON URGENZA DI TROVARGLI INVECE UN “TRASFERIMENTO” DEFINITIVO IN UNA CASA DOPO TANTI ANNI DI GABBIA!

 

AGGIORNAMENTO 3 DICEMBRE 2014:
USCITO DAL CANILE, NON SI SA DOVE SIA.
 

 

 

 

 





Commenti: 0


ADOTTATA Stella (matricola 1638/11)
05 ott : 00:15


è una giovanissima cagnolina di taglia piccola abbandonata il 26 settembre 2011 davanti al Canile Comunale Ex Poverello...

   


...E' vivace anche se un pochino paurosa, ma perde quasi subito le sue resistenze per farsi coccolare.
Venite a conoscerla!
Matricola 1638/11

Referente annuncio volontaria autorizzata dal Comune di Roma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

   
   

 

 

 

 






Commenti: 0


Blanche (matricola 915/05) - ENTRATA CUCCIOLA IN GABBIA INSIEME ALLA SORELLA NEL LONTANO 2005, ORA HA 10 ANNI, MAI CONOSCIUTO LA LIBERTA'
06 set : 22:33


è arrivata in canile cucciola insieme alla sorella Charlotte a soli 40 giorni nel lontano 2005 e ha sempre vissuto in reclusione: ...


  

 ...è già stata in ben due strutture diverse ed è ancora in attesa di trovare una famiglia. Buonissima, va d'accordo con tutti i suoi simili. Non sa cosa sia la libertà... Possibile che nessuno voglia farle conoscere il mondo fuori dalla gabbia?
Matricola 915/05

 

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  

 

AGGIORNAMENTO GIUGNO 2013:

Blanche era entrata a pochi giorni di vita in gabbia e dopo 8 lunghissimi anni è ancora dietro le sbarre...

 

AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2014:

La povera Blanche ha ora 9 anni, tutti trascorsi in gabbia senza aver mai conosciuto la libertà.

 

AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
Questa povera creatura si trova ancora in gabbia, all’interno di un canile abusivo occupato (contro il volere del proprietario Comune di Roma) da chi, purtroppo, lo gestisce a pagamento con by InText" href="#">soldi pubblici.
Leggete dove si trova in questo recente articolo del quotidiano “Il Tempo” e diffondete il suo appello per cercare adozione: http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
Ed ancora guardate video e foto del canile negli anni http://www.zampepulite.org/news.php?extend.256
AIUTATECI A TROVARE UNA BUONA ADOZIONE, FATE GIRARE IL SUO APPELLO, GRAZIE.


AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:

FINALMENTE IL CANILE ABUSIVO E FUORILEGGE DOVE SI TROVA STA PER CHIUDERE ED I CANI VERRANNO TRASFERITI IN ALTRE STRUTTURE COMUNALI, CERCHIAMO CON URGENZA DI TROVARLE INVECE UN “TRASFERIMENTO” DEFINITIVO IN UNA CASA DOPO TANTI ANNI DI GABBIA!

 

AGGIORNAMENTO 10 FEBBRAIO 2015:

...10 anni trascorsi in gabbia...una vita sprecata dietro le sbarre...


AGGIORNAMENTO 10 FEBBRAIO 2015:

...10 anni trascorsi in gabbia...una vita sprecata dietro le sbarre...





Commenti: 0


DECEDUTO Rajan (matricola 640-08) - ENTRATO CUCCIOLONE IN CANILE, CRESCIUTO IN GABBIA ORA HA CIRCA 8 ANNI TUTTI PASSATI DIETRO LE SBARRE
05 mag : 14:53


Ma cosa ci fa un cane come lui in canile? ...


  

...Bello, giovane e socievole, esuberante...Rajan ha veramente tutte le qualità, ma sembrano non bastare per poter essere un cane libero e felice!!! E' entrato in gabbia il 21 aprile 2008 all'età di 10 mesi ed ha già conosciuto ben due canili. Vieni a conoscerlo, resterai colpito dalla sua vitalità.
Non va d'accordo con i gatti.
Matricola 640-08

 

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
Questa povera creatura si trova ancora in gabbia, all’interno di un canile abusivo occupato (contro il volere del proprietario Comune di Roma) da chi, purtroppo, lo gestisce a pagamento con soldi pubblici.
Leggete dove si trova in questo recente articolo del quotidiano “Il Tempo” e diffondete il suo appello per cercare adozione: http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
Ed ancora guardate video e foto del canile negli anni http://www.zampepulite.org/news.php?extend.256
AIUTATECI A TROVARE UNA BUONA ADOZIONE, FATE GIRARE IL SUO APPELLO, GRAZIE.

 

AGGIORNAMENTO APRILE 2014:

Il povero Rajan ora ha circa 7 anni quasi tutti passati in gabbia... 

 
AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:

FINALMENTE IL CANILE ABUSIVO E FUORILEGGE DOVE SI TROVA STA PER CHIUDERE ED I CANI VERRANNO TRASFERITI IN ALTRE STRUTTURE COMUNALI, CERCHIAMO CON URGENZA DI TROVARGLI INVECE UN “TRASFERIMENTO” DEFINITIVO IN UNA CASA DOPO TANTI ANNI DI GABBIA!

 

AGGIORNAMENTO MARZO 2015:

E' passato un altro anno in gabbia... ora ha circa 8 anni.

 

AGGIORNAMENTO 29 LUGLIO 2015:

A febbraio la gestrice a pagamento del canile aveva pubblicato foto del cane con il musetto scavato, eppure aveva solo 8 anni, poi più nulla, nessuna notizia. Oggi viene comunicato il suo decesso retrodatandolo al 26 luglio...ovviamente senza la causa della morte, come al solito...visto che non può essere morto di vecchiaia, si trattava di un tumore? Non lo faranno mai sapere.

 
  




Commenti: 0


ADOTTATA Kalì (matricola 1628/08)
09 ago : 00:03


Arrivata in canile con i suoi cuccioli nel 2008, tutti in seguito adottati, ora è rimasta sola...


  

...ed aspetta che qualcuno la noti e la porti via con sé. Faceva una tenerezza infinita vederla cercare nella sua gabbia i cuccioletti appena andati via.. .Non attendere un attimo in più, vienila a conoscere!
Matricola 1628/08

 

Referente annuncio volontaria autorizzata dal Comune di Roma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  

AGGIORNAMENTO 8 MARZO 2012:

Ecco nuove foto di Kalì, ancora chiusa in gabbia...

 kal_8.03.2012_n._1.jpg kal_8.03.2012_n._2.jpg
 kal_8.03.2012_n._4.jpg kal_8.03.2012_n._3.jpg

 

ADOTTATA IL 19 MAGGIO 2012.





Commenti: 0


ADOTTATO Zen
15 feb : 23:12


Zenigata, detto Zen per gli amici, è un cagnolino molto pauroso, taglia media contenuta: con i suoi simili - sia maschi sia femmine - va d'accordo e si mostra fiero e sicuro di sé; con le persone, invece, ha molta paura...




...tende a scappare quando ti vede entrare in gabbia e se ti avvicini si butta per terra con lo sguardo terrorizzato. Chissà cosa ha passato per avere un tale comportamento. Nel canile dove si trova non c'è mai stato un educatore: per oltre un anno non è voluto neanche uscire dalla gabbia, finché una volontaria l'ha preso in braccio e lo ha portato fuori. Questa è una grande adozione del cuore perché ci vuole una persona armata di tanta pazienza che sappia rispettare gli spazi di Zen e che piano piano possa fargli riacquistare fiducia nell'essere umano. Non lasciamolo in prigionia con tutte le sue paure!

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  

AGGIORNAMENTO 24 LUGLIO 2011:
Zen ormai da circa un anno, se non di più, si trova nella degenza pur non essendo un cane malato.Non si capisce il motivo per cui stia lì. Mentre gli altri cani escono la mattina dalla degenza per rimanere poche ore liberi nello spazio all'entrata del canile, Zen - anche se gli viene lasciata la porta della degenza aperta - rimane nascosto dietro una cuccia terrorizzato. Così, oggi ho portato i cani della degenza nell'area sgambamento, soprattutto per far uscire lui: sembrava rinato in quella mezzora in cui l'ho lasciato correre libero all'interno dell'area! Mi ha fatto tanta tenerezza, lo osservavo e sembrava quasi dirmi grazie con gli occhi non più pieni di paura. Ho conosciuto un altro cane come lui, forse molti di voi lo ricordano, si chiama Leon e dal momento in cui è uscito dal canile ha acquistato sicurezza e vive felice insieme alla sua nuova mamma. Sarebbe bello se anche Zen trovasse una persona che possa donargli la libertà e portarlo via dal canile in cui ha tanta paura. Ecco le foto che gli ho scattato, forza facciamo girare, deve conoscere l'amore!
 zen_24.7.2011_n._3.jpgzen_24.7.2011_n._1.jpg
 zen_24.7.2011_n._2.jpg 

AGGIORNAMENTO 13 DICEMBRE 2011:

Ecco di seguito nuove foto di Zen il pauroso, che vi dimostreranno ciò che vi sto per dire.
C'è chi scrive "Zen, la paura se ne è andata. La bellezza no.", favole, solo favole raccontate da chi cerca di prendersi meriti che non ha.
Guardate nelle foto scattate nel tempo, vi sembra un cane la cui "paura se ne è andata"???
SONO 2 ANNI CHE E' STATO TRASFERITO SENZA MOTIVO ALL'INTERNO DELLA DEGENZA DEL CANILE; eppure apparentemente non è malato.
Volete sapere il risultato di questo trasferimento?
Eccolo:
La mattina la porta della degenza viene lasciata aperta per far uscire i cani che vi sono dentro (dai 6 ai 9 cani a seconda dei periodi), ma Zen rimane all'interno della stanza di legno al buio (nelle foto c'è la luce del flash) o nascosto dietro una cuccia nella parte separata della degenza quando anche quest'ultima resta aperta.
Mentre se la porta è chiusa ed all'interno della degenza ci sono anche gli altri cani, Zen interagisce con loro ed esce fuori dalla stanza di legno correndo sulla parte in terra.
Per quale motivo viene tenuto nella degenza???
Zen stava già insieme ad altri cani nel recinto dove era stato messo inizialmente: lo ricordo benissimo essendo stata io stessa a prenderlo la prima volta in braccio per farlo passare dall'interno del canile all'esterno dove, messo a terra, passeggiava abbastanza tranquillo nel percorso lungo il fiume, visto che veniva "saltato" nella turnazione delle uscite poiché pauroso.
La sottoscritta riesce tranquillamente a mettergli la corda e portarlo a spasso; è all'interno del canile che Zen ha paura. Come Leon (ricordate il caso Leon e la sua adozione ostacolata in tutti i modi?).
Per questo serve una persona con un minimo di esperienza avendo avuto già altri cani, magari che li abbia tuttora perché - come Leon - potrebbe prendere un cane di casa come riferimento.

Foto scattate il 15 luglio 2011:
 zen_15.7.2011_n._1_x_baubau.jpgzen_15.7.2011_n._2_x_baubau.jpg
 

Foto scattata il 30 agosto 2011:
 zen_30.08.2011_n._1_x_baubau.jpg 

Foto scattate il 13 dicembre 2011:
 zen_13.12.2011_n._1.jpg zen_13.12.2011_n._2.jpg

ADOTTATO IL 30 APRILE 2012:

LA DIFFICILISSIMA LIBERAZIONE DI DUE OSTAGGI: OTTO E ZEN – STORIA DI ORDINARIA FOLLIA A ROMA CAPITALE

Ci sono persone che si dichiarano “animaliste” e poi tengono i cani in ostaggio dietro le sbarre, cani di proprietà del Comune di Roma per la gestione dei quali ricevono oltre 4 milioni di euro l'anno.

I cani in ostaggio sono sempre quelli del famoso canile ex Poverello in Roma.

Ma iniziamo il racconto da ciò che gli utenti non sanno, il resto è stato già accennato grazie alla diretta effettuata nel gruppo facebook “Noi, gli invisibili del canile comunale ex poverello” (https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3400152695378&set=at.3400142615126.146401.1616625764.1465515927&type=1#!/groups/192802920770904/).

Grazia, una donna fantastica che aveva già liberato con notevoli difficoltà un cane anziano e malato dello stesso canile (ricorderete in molti la storia travagliata dell'adozione di Leon), decide di salvare un altro cane dell'ex Poverello. Anche la nipote (adulta) di nome Simona che voleva adottare un cane pensa di farlo nello stesso canile. Le due aspiranti adottanti chiamano separatamente due settimane fa l'Ufficio Adozioni dell'Associazione Volontari Canile di Porta Portese detta AVCPP (associazione con circa 120 dipendenti che gestisce per grazia ricevuta i canili comunali romani da 15 anni senza aver mai vinto un bando di gara: per legge l'assegnazione diretta non è legittima quando l'esborso di soldi pubblici comporta cifre del genere).

Entrambe le aspiranti adottanti dicono al telefono di voler adottare un cane di quel canile, di non aver ancora in mente la scelta ma di essere orientate su cani di taglia media non troppo anziani. Il personale dipendente risponde che non c'è alcun problema e, sotto insistenza delle adottanti che volevano rassicurazione di non farsi il viaggio a vuoto ma di uscire dal canile con i cani adottati, aggiunge che basta chiamare due giorni prima per prendere appuntamento.

Le aspiranti adottanti ritelefonano all'Ufficio Adozioni la settimana scorsa e concordano un appuntamento per lunedì 30 aprile 2012. Come nelle telefonate precedenti, non viene chiesto alle adottanti né il loro nome né alcun tipo di informazione sulle stesse, le dipendenti sanno unicamente che vengono da altra regione. Chissà per quale motivo non viene fatto il solito terzo grado: forse perché il personale dell'Ufficio Adozioni è già intenzionato a non far uscire alcun cane? Forse perché non è stato indicato un cane la cui uscita “preoccupa”? Chi può dirlo? I fatti successivi.

Nel frattempo, le aspiranti adottanti danno uno sguardo agli appelli dei cani del Poverello presenti in internet e scelgono Zen ed Otto: confrontano ciò che viene scritto negli appelli “liberi” del sito www.zampepulite.org e quanto scritto sul sito “io libero” dell'Avcpp e si portano dietro le stampe degli appelli di quest'ultima.

Lunedì 30 aprile arrivate vicino a Roma chiamano l'Ufficio Adozioni Avcpp per comunicare qualche minuto di ritardo causa traffico, ma che sarebbero arrivate a breve al Poverello per adottare due cani.

DA QUI INIZIA TUTTA UNA SERIE DI BUGIE.

 

Il personale dipendente Avcpp risponde che assolutamente non possono adottare alcun cane perché i cani dell'ex Poverello hanno problemi con la Asl, che se vogliono possono andare al canile della Muratella (dove si trova l'Ufficio Adozioni) ed al limite fargli solo vedere i cani del Poverello ma che comunque non glieli daranno in adozione.

Occorre far presente a tutti che in quel momento il personale dipendente Avcpp non sa ancora quali cani abbiano scelto durante il week-end le aspiranti adottanti, quindi è chiaro che nessun cane deve uscire (vivo, perché morti escono) da quel canile.

Le aspiranti adottanti telefonano ad una persona ormai esperta delle adozioni scoraggiate dall'Avcpp che gli fa notare che non ci sono problemi con la Asl a far adottare i cani dell'ex Poverello in quanto l'ispezione della Asl RMC del 16 gennaio 2012 avrebbe comportato il blocco delle entrate in quel canile non certo il blocco delle uscite e l'Avcpp è in perfetta malafede visto che ha fatto adottare proprio ultimamente due cani a “persone di fiducia” proprio nel momento in cui c'erano altre richieste per quei cani, persone la cui identità è anche attualmente coperta dal “segreto di Stato”. Chissà perché...

Le aspiranti adottanti richiamano l'Ufficio Adozioni e fanno presente che ci sono state delle adozioni recentemente in quel canile e quindi non c'è alcun problema con la Asl, pertanto insistono di farsi trovare sul posto visto che hanno chiamato diverse volte per avere rassicurazione di non fare un viaggio a vuoto (cosa, tra l'altro, già accaduta a Grazia per l'adozione di Leon, 800 km inutilmente!). A quel punto, vista la fermezza delle aspiranti adottanti, il personale dipendente risponde loro che le aspetteranno al Poverello.

La “volontaria non retribuita” Eleonora Palazzetti si trovava già al Poverello per svolgere il suo volontariato e, essendo amica di Grazia, sapeva del suo arrivo.

Il personale dipendente del canile comunale ex Poverello era nel frattempo stato avvisato dall'Ufficio Adozioni che, pur non conoscendo ancora il nome delle aspiranti adottanti, già aveva intuito una conoscenza con la Palazzetti (forse perché non era riuscito a farle desistere?).

Finalmente arriva Grazia con la figlia e Simona, l'altra aspirante adottante sua parente.

Pochi minuti dopo giungono sul luogo due dipendenti dell'Ufficio Adozioni Avcpp.

Eleonora fa presente, a chi non la ricordava, che Grazia era stata l'adottante del tenero Leon (cane anziano e malato che l'Avcpp non voleva far uscire dichiarandolo anche moribondo, invece ha vissuto 7 bellissimi mesi di libertà e amore senza alcuna sofferenza. Potete trovare in internet la sua commovente storia ed i video a testimonianza di quanto affermato).

Quasi tutto il personale dipendente del Poverello con una faccia cupa, d'altronde ci sono delle infami che stanno cercando di portare via in adozione dei cani (non ancora indicati in quel momento, è bene farlo presente a chi legge!) che lì al Poverello stanno come in un hotel a 5 stelle!!!

L'unica persona che non ha quell'espressione e della quale per ovvi motivi non viene detta l'identità (evitargli del mobbing come avvenuto ad altri dipendenti e ad alcuni volontari), né se uomo o donna, è chi giustamente appare contenta di quello che dovrebbe essere lo scopo della detenzione in gabbia: l'uscita in adozione.

Grazia e Simona indicano i cani che vogliono adottare, rispettivamente Zen e Otto.

Dopo il tentativo fantasioso sulle presunte motivazioni Asl per cui i cani del Poverello non sarebbero potuti uscire in adozione, inizia a questo punto un'opera di scoraggiamento pesantissima, mirata sui cani ora individuati. Nessuno dei due va bene, ovviamente.

Si parte da Zen: LUI E SOLO LUI (poi capirete il motivo), viene fatto uscire dal recinto per essere mostrato. E' un cane molto pauroso, ma questo Grazia lo sa bene: infatti, in questo appello è scritto il reale carattere del cane, mentre sul sito dell'Avcpp, l'associazione per prendersi dei meriti che non ha, lo descrive così “... Poi, con la calma, la pazienza e l’affetto di tutti i volontari e dei lavoratori AVCPP (il famoso metodo AVCPP!!) che a turno hanno cominciato a prenderlo in braccio, a fargli fare qualche passetto fuori dalla gabbia, a conquistarlo con coccole e premietti, Zen ha cominciato a fidarsi ed ora – anche se non è certo un cuor di leone – ha iniziato ad accettare il guinzaglio e ad uscire tranquillamente in passeggiata. Insomma Zen ha fatto il percorso che centinaia di cani prima di lui hanno già fatto (tutti i cani del famoso sequestro romano del gennaio del 2002) e anche lui sta vicendo la sua battaglia! E’ pronto per una adozione del cuore: una persona che non sia al suo “primo cane” ma che al contrario voglia prendersi le soddisfazioni che noi, volontari di una vita, ci siamo già presi centinaia di volte! Credeteci: voi, con il rapporto quotidiano con lui, ci metterete un attimo ma l’orgoglio per quanto fatto durerà una vita! Proprio come il nostro! Zen è compatibile con tutti i cani, sia maschi che femmine...” (http://www.iolibero.org/2010/11/05/zen-la-paura-se-ne-e-andata-la-bellezza-no/).

Ma una volta fatto uscire dal recinto degenza, Zen dimostra tutte le sue paure, come lo aveva descritto la Palazzetti nel suo appello e come in quel momento le dipendenti dell'Ufficio Adozioni vogliono far vedere per scoraggiare l'adottante aggiungendo frasi del tipo “se lo volete toccare è a vostro rischio, può mordere”, “è un cane forastico e quindi morde”, CONTRARIAMENTE A QUANTO MESSO NERO SU BIANCO SUL SUO SITO.

Vi chiederete perché allora quella pubblicità sul sito dell'Avcpp?

La spiegazione è in realtà semplicissima: la “onlus” viene pagata oltre 4 milioni di euro l'anno anche per pubblicizzare i cani per l'adozione come da convenzione con il Comune di Roma, nonché per rieducarli, quindi è obbligata a farlo, allora unisce l'utile al dilettevole facendo anche pubblicità a se stessa sul “famoso metodo avcpp”, peccato però che la realtà sia ben diversa...

Non si tratta, però, di un cane forastico nel senso letterale della parola come detto dalle dipendenti, ma solo di un cane talmente terrorizzato che la mattina invece di stare nell'area all'entrata del canile preferisce rimanere rintanato al buio in un angoletto della stanza/casetta (vedi foto sopra).

La volontaria Eleonora mostra, invece, all'aspirante adottante come Zen si lasci accarezzare sulla testa senza problemi, certo sempre timoroso. Grazia lo accarezza “a suo rischio”, Zen non ha alcuna reazione e lascia fare.

Stiamo parlando di un cane timoroso, Grazia lo sa benissimo perché aveva adottato Leon cane estremamente pauroso. Grazia è, quindi, una persona esperta di questa tipologia di cane: con Leon aveva fatto fin dai primi giorni passi da gigante che il “famoso metodo avcpp” in 10 anni non ha mai fatto.

L'attenzione è quindi concentrata a scoraggiare dapprima l'adozione di Zen, sempre continuando ad affermare che non gli daranno nessuno dei due cani.

Ma a quel punto è già in atto una diretta internet: la Palazzetti sta informando minuto per minuto cosa sta accadendo grazie ad un'utente del gruppo “Noi, gli invisibili del canile comunale ex poverello” posizionata davanti il pc. La gente inizia dunque a mobilitarsi, arriva la notizia al dipartimento Ambiente del Comune di Roma. Proprio dopo questa voce arrivata, le dipendenti dell'ufficio adozioni (che spesso, durante tutta questa assurda mattinata, si sono viste a turno al telefono parlare ed ascoltare qualcuno dall'altro capo), cambiano atteggiamento e concedono l'adozione di Zen.

Improvvisamente Zen diventa un cane “buono” adottabile ed il “cattivo” diventa Otto.

Ma andiamo un attimo a leggere come è stato descritto Otto sul sito dell'Avcpp, è importante perché la “onlus” riporta la descrizione fatta dagli educatori del canile della Muratella nel 2008, leggete con attenzione: “...Otto è un cane sicuro, abbastanza indipendente e ben socializzato. Nel rapporto con le persone ha la tendenza a gestire la situazione: se chiamato, spesso non si avvicina poi però con il muso o con le zampe cerca il contatto. Se glielo si concede, a quel punto si lascia accarezzare senza particolari problemi anche se non bisogna forzarlo perchè in tal caso tende un po’ ad irrigidirsi. Ben socializzato con i cani, con i maschi si approccia in modo un po’ rigido ma se ha davanti a sè un soggetto tranquillo non è certamente lui il primo a scattare. Si è mostrato perfettamente a suo agio in tutti i contesti extra canile (ad esempio negli uffici, o in mezzo alle persone). E’ molto goloso! Gli educatori AVCPP che l’hanno valutato, ritengono che si tratta di un cane intelligente da gestire con coerenza in quanto ci sono i margini per una sua crescita personale visto che accetta di buon grado tutte le eventuali correzioni o indicazioni che un padrone può indicargli. E’ un buon cane da compagnia, adatto a persone con una media esperienza con i cani...” (http://www.iolibero.org/2010/09/28/otto-un-bravo-cane-che-cerca-un-padrone-da-cui-farsi-guidare/).

Ed ora, con le informazioni fornite proprio dalla stessa Avcpp sul suo sito, andiamo a leggere cosa è accaduto nel prosieguo.

Si passa quindi alla fase di scoraggiamento di Otto che viene mostrato solo dalla gabbia e descritto dalle dipendenti dell'Ufficio Adozioni come cane “morsicatore”, “autistico” e “problematico”.

Una delle due dipendenti - per intenderci quella che aveva scritto sulla bacheca facebook del proprio profilo (aperto/visibile all'epoca a tutti) che avrebbe voluto vedere la Palazzetti morta appesa ad un palo a testa in giù (senza scriverne il nome ma con talmente chiari ed evidenti riferimenti che tutti hanno capito e riferito a quest'ultima) – si avvicina ad Eleonora, nei confronti della quale aveva sempre evitato persino il saluto, e le chiede una sua impressione su Otto con i bambini: la Palazzetti prima le risponde che Otto sarebbe stato adottato da Simona che non aveva bambini e quindi il problema non sussisteva, poi davanti all'insistenza della dipendente che addirittura si preoccupava di una possibile visita della figlia di Grazia a casa di Simona, risponde che non vede il problema in quanto – sempre in caso di una “presunta possibile aggressività” mai verificata di Otto nei confronti di bambini – avrebbe potuto benissimo essere tenuto lontano in occasione di una visita della bambina (che, tra l'altro, non è certo così piccola da non sapere come ci si dovrebbe comportare con un cane visto che ne ha anche avuti diversi; vedi foto nell'appello di Otto sempre su questo sito). Detta dipendente si mette allora a dire ad alta voce per farsi sentire dagli altri che “non c'è collaborazione da parte della Palazzetti”. La volontaria Eleonora ci tiene a sottolineare a chi sta leggendo che assolutamente non c'è da parte sua collaborazione, né MAI ci sarà, a tenere i cani chiusi in gabbia.

Insomma, la dipendente ha cercato in ogni modo di trovare ostacoli all'adozione con ipotesi quantomeno discutibili. A quel punto la Palazzetti, previa autorizzazione di un dipendente che non poteva certo essere negata essendo volontaria autorizzata dal Comune di Roma ed avendo un buon rapporto con Otto, va a prendere il cane che “casualmente” le dipendenti dell'Ufficio Adozioni non avevano voluto tirare fuori dal recinto così come fatto prima per Zen (che caso, eh?).

Otto arriva tutto allegro per essere uscito dalla gabbia e si fa accarezzare contento da tutti compresa la bambina (vedi foto), rimanendo poi al guinzaglio in mezzo ad altri cani maschi e femmine all'entrata del canile che gli si avvicinavano senza problemi.

Il temibile morsicatore Otto... lo stesso cane a cui l'Avcpp meno di un mese fa aveva fatto perdere un'altra adozione di una utente facebook, Serena Zizzari, che, andata sul posto, era stata scoraggiata... Naturalmente alla protesta internet che ne era allora derivata, la presidentessa Avcpp rispondeva dando una versione sull'adottante e sulla sua famiglia non corrispondente alla realtà e che avrebbero potuto confermare guarda caso due dipendenti avcpp (la cui identità non viene indicata, ma che molti di noi hanno già intuito essere sempre le solite fedelissime), versione smentita da quell'aspirante adottante che nel frattempo aveva adottato un cane in un canile di un'altra associazione.

Nonostante tutto, le dipendenti dell'Ufficio Adozioni negano l'adozione a Simona e le dicono di fare un'adozione a distanza (consistente in pratica nel pagamento alla “onlus” di € 62,00) e di venire a vedere ogni tanto il cane (beh certo, comodo da una regione all'altra, no?).

La Palazzetti continua la diretta internet ed a quest'ultima notizia, vista la gravità inaudita della situazione, un'associazione in difesa degli animali risponde di voler mandare in loco una sua volontaria ed un legale.

A questo punto, dopo diverse telefonate ricevute ed effettuate dalle dipendenti dell'Ufficio Adozioni, di fronte all'insistenza della determinata Simona finalmente viene concessa l'adozione di Otto. Si cerca allora di scoraggiare nuovamente l'adozione di Zen riportando a modo loro una vicenda accaduta tempo fa e facendolo passare per un cane killer: avrebbe ucciso un cane cieco che era stato inserito circa due anni fa nella degenza. Strano poi che si siano “ricordate” di questa leggenda metropolitana solo dopo l'ennesima telefonata ricevuta...

Vi spiego come in realtà è andata la storia: circa due anni fa Zen – senza alcun apparente motivo – è stato spostato nel recinto degenza all'epoca contenente altri 8/10 cani (ci sono le foto scattate in quel periodo). Per legge le dimensioni di quel recinto degenza non consentono di tenere tutti quei cani, ma di fatto ci stavano. La responsabile del canile aveva inserito lì nel febbraio 2010 un nuovo cane giovane e cieco di nome Kimbo, appena trasferito dal canile della Muratella: il canetto era molto impaurito e se ne stava tutto il tempo dentro una cuccetta a forma di igloo (ci sono foto), segno di un evidente disagio a stare insieme agli altri cani. Ma questi segnali non sono stati raccolti dalla “esperta” responsabile del canile che l'ha lasciato lì ed il cane è morto sbranato dopo pochi giorni. Il giorno in cui è stato trovato il cane morto, nessuno ha saputo stabilire chi lo avesse aggredito o se fosse stata un'aggressione in branco. A distanza di tempo la responsabile, senza segnali evidenti, faceva girare la voce che potesse forse essere stato Zen: ovviamente non pensava quello che diceva altrimenti sarebbe stata una perfetta incompetente a lasciare Zen senza alcun motivo - visto che ufficialmente l'avcpp non ha mai dichiarato essere malato – nel “recinto degenza” insieme a cani che per motivi di salute cambiano continuamente.

Ma adesso l'ipotesi del cane killer torna utile per scoraggiare nuovamente l'adozione!

Nonostante tutte le pressioni a desistere, Grazia e Simona hanno continuato a chiedere l'adozione dei cani ed alla fine l'hanno ottenuta. Un lieto fine, NON CERTO GRAZIE ALL'AVCPP.

In auto i due cani sono stati buonissimi, Zen (il pauroso che potrebbe mordere!) ha addirittura mangiato dalle mani di Grazia dei biscottini tanto si sentiva tranquillo. Una volta arrivati, hanno fatto entrambi diverse passeggiatine e Otto - descritto dall'avcpp come cane morsicatore - si è nascosto tra le gambe dell'adottante quando ha incontrato per strada due mini cagnolini maschi (veramente aggressivo!). Stanno bene, mangiano con appetito e si stanno ambientando.

Grazie di cuore alle due adottanti Grazia e Simona, siete fantastiche! Un ringraziamento a Dania Moretti per tutto ciò che ha fatto e che fa per i canetti del Poverello, e a tutte le persone che in internet ed al di fuori del web hanno diffuso i loro appelli e si sono mosse in aiuto dei due canetti contro l'INGIUSTIZIA che si stava consumando. Una delle tante, purtroppo non ancora l'ultima.

Concludo questa nota con delle domande/riflessioni, lasciando a voi qualsiasi risposta:

  • perché un cane come Zen, pur non essendo apparentemente malato, era stato messo nel settore degenza da oltre due anni?

  • perché nella degenza questo canetto aveva più paura di prima quando stava nella sua gabbia, tanto da preferire stare al buio al chiuso piuttosto che in un'area dove poteva incontrare le persone?

  • perché Zen non doveva uscire in adozione?

  • perché le diverse persone che nel tempo si sono interessate ad Otto tanto da chiederlo in adozione sono state scoraggiate?

  • perché le dipendenti dell'Ufficio Adozioni avcpp hanno dato una descrizione del cane completamente diversa da quella fatta dagli educatori e presente sul sito della stessa avcpp?

  • perché Otto doveva rimanere in canile?

C'è la speranza che a queste domande vengano date risposte certe da chi di dovere.

Grazie a tutte le persone che hanno tifato e lottato per la liberazione di questi due sfortunati canetti.

GRAZIE A CHI AMA VERAMENTE I CANI.
















































Commenti: 0


Mercurio (matricola 1316/09),LA SUA UNICA CHANCE E' L'ADOZIONE DA PARTE DI UNA PERSONA ESPERTA: NON E' MAI STATO RIEDUCATO DA CHI VIENE PAGATO CON SOLDI PUBBLICI
04 feb : 15:45


è un simil pastore belga entrato in gabbia il 18 agosto 2009 all'età di circa 2 anni...


 mercurio_16.11.2012_n._4.jpg mercurio_16.11.2012_n._2.jpg 

...Purtroppo, è stato trasferito da anni in un canile abusivo dove non c'è un educatore. E' un cane che ha paura delle persone e non è mai stato rieducato nonostante la gestrice del canile sia pagata circa 5 milioni di euro l'anno di soldi pubblici per provvedere anche a questo.

Pertanto, la sua unica chance di uscire vivo dal canile è che si faccia avanti per la sua adozione un educatore o una persona esperta con un giardino in cui possa lasciarlo libero e rispettare i suoi tempi per interagire con lui.

Vogliamo credere che possa avvenire un miracolo...fate girare il suo appello, dobbiamo aiutarlo.

Matricola 1316/09
 
REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 mercurio_16.11.2012_n._1.jpg  
 
AGGIORNAMENTO 8 FEBBRAIO 2012:
Guardate come tengono questo povero cane nel recinto allagato ogni volta che piove perché privo di impianto fognario, come tutto il canile, uno dei tanti motivi per cui il 16 gennaio scorso la Asl di competenza ha ordinato la chiusura del canile non a norma ed il trasferimento di tutti i cani ivi presenti.
mercurio_recinto_allagato_8.2.12__n._2.jpg  mercurio_recinto_allagato_8.2.12_n._1.jpg
 
AGGIORNAMENTO 8 MARZO 2012:
Sempre in gabbia...
mercurio_8.3.2012_n._2.jpg  mercurio_8.3.2012_n._3.jpg
 
AGGIORNAMENTO 27 GIUGNO 2012:
Ormai sono diversi anni che Mercurio si trova presso il canile ma ancora appare sulla gabbia la scritta "cane maneggiabile solo dagli ausiliari! Non esce con i volontari".
Complimentoni alla milionaria gestrice del canile che non rieduca questo canetto, come tanti altri, segnando a vita il suo destino di marcire lì dentro. Chi adotterebbe un cane vedendo tale scritta sulla gabbia della struttura in cui, purtroppo, si trova?????
 mercurio_27.06.2012_n.1.jpg  mercurio_27.06.2012_n._2.jpg
 
AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
Questa povera creatura si trova ancora in gabbia, all’interno di un canile abusivo occupato (contro il volere del proprietario Comune di Roma) da chi, purtroppo, lo gestisce a pagamento con soldi pubblici.
Leggete dove si trova in questo recente articolo del quotidiano “Il Tempo” e diffondete il suo appello per cercare adozione: http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
Ed ancora guardate video e foto del canile negli anni http://www.zampepulite.org/news.php?extend.256
AIUTATECI A TROVARE UNA BUONA ADOZIONE, FATE GIRARE IL SUO APPELLO, GRAZIE.
 

AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:

FINALMENTE IL CANILE ABUSIVO E FUORILEGGE DOVE SI TROVA STA PER CHIUDERE ED I CANI VERRANNO TRASFERITI IN ALTRE STRUTTURE COMUNALI, CERCHIAMO CON URGENZA DI TROVARGLI INVECE UN “TRASFERIMENTO” DEFINITIVO IN UNA CASA DOPO TANTI ANNI DI GABBIA!

http://www.iltempo.it/roma-capitale/2014/05/22/canili-fuorilegge-chi-non-si-adegua-via-1.1252433

 

AGGIORNAMENTO AGOSTO 2014:

Il povero Mercurio ha raggiunto l'età di circa 7 anni sempre dietro le sbarre...

AGGIORNAMENTO 9 MARZO 2015:

Mentre su alcuni siti l'appello di Mercurio è presente fin dalla sua entrata in gabbia nell'ormai lontano 2009, il 18 febbraio u.s. la gestrice del canile "si ricorda" di mettere un primo appello da parte sua, attività per la quale è anche pagata con soldi pubblici essendo previsto dalla convenzione in proroga con il Comune.
Cosa dire...senza parole...
 
 
AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2015:
E' passato un altro anno.. ora ha circa 8 anni ed è ancora in canile...
 
 
 




Commenti: 0

ADOTTATA Cometa (matricola 819/04) - ENTRATA IN CANILE GIOVANISSIMA NEL LONTANO 2004, ORA HA CIRCA 12 ANNI TUTTI PASSATI IN GABBIA
28 mar : 00:47


è entrata in gabbia all'età di un anno l'ormai lontano 9 luglio 2004 portata dal suo padrone che l'ha abbandonata in canile...


 zara_819-04_19.04.2008_muso3.jpg zara_819-04_19.04.2008_intera1.jpg

...Fa parte di quelle centinaia di cani neri di taglia media a pelo raso che passano inosservati nella maggior parte dei canili. Nonostante sia una canetta dolce e socievole, allegra e buonissima, ha trascorso la sua vita passando da una struttura comunale all'altra, senza mai incontrare sulla propria strada qualcuno che si interessasse a lei o che almeno la prendesse in considerazione per un'ipotetica adozione. D'altronde, prima di questo suo appello e delle foto scattate il 19 aprile 2008 (apparsi all'epoca in altri siti), non le era stata data alcuna visibilità da chi la gestisce sin dal 2004. Penso sia arrivato anche il suo turno, ha già aspettato abbastanza e sarebbe bello vederla finalmente felice. Chi si candida per donare la libertà a questa deliziosa cagnolina? Correte da lei, vi aspetta!
Matricola 819/04

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

N.B. Per la sua adozione fate riferimento alla matricola poiché al canile ex Poverello è stato scambiato il suo nome con quello di un'altra canetta, nonostante numerose segnalazioni agli operatori del canile. Comunque, per facilitarne l'adozione, nel titolo dell'appello ho inserito il nome che appare ad oggi sulla gabbia, nonostante non sia quello giusto.
 zara_819-04_19.04.2008_seduta1.jpg zara_819-04_19.04.2008_muso1.jpg
zara_819-04_19.04.2008_muso2.jpg 

AGGIORNAMENTO 20 MARZO 2012:
Sono passati veramente troppi anni in gabbia...è entrata giovanissima, ora è anziana...basta, aiutatela!
 zara_20.03.2012_n._1.jpg zara_20.03.2012_n._3.jpg
 zara_20.03.2012_n._2.jpg 

AGGIORNAMENTO GIUGNO 2013:
Ora Cometa ha circa 10 anni...tutti passati in gabbia...
 
AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2014:
E' passato un altro anno...sempre in gabbia...adesso ha circa 11 anni...
 
AGGIORNAMENTO MARZO 2014:
Questa povera creatura si trova ancora in gabbia, all’interno di un canile abusivo occupato (contro il volere del proprietario Comune di Roma) da chi, purtroppo, lo gestisce a pagamento con soldi pubblici.
Leggete dove si trova in questo recente articolo del quotidiano “Il Tempo” e diffondete il suo appello per cercare adozione: http://www.iltempo.it/politica/2013/11/16/canile-abusivo-okkupato-il-comune-paga-lo-stesso-1.1189983
Ed ancora guardate video e foto del canile negli anni http://www.zampepulite.org/news.php?extend.256
AIUTATECI A TROVARE UNA BUONA ADOZIONE, FATE GIRARE IL SUO APPELLO, GRAZIE. 
 

AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2014:

FINALMENTE IL CANILE ABUSIVO E FUORILEGGE DOVE SI TROVA STA PER CHIUDERE ED I CANI VERRANNO TRASFERITI IN ALTRE STRUTTURE COMUNALI, CERCHIAMO CON URGENZA DI TROVARE A COMETA INVECE UN “TRASFERIMENTO” DEFINITIVO IN UNA CASA DOPO TANTI ANNI DI GABBIA!

http://www.iltempo.it/roma-capitale/2014/05/22/canili-fuorilegge-chi-non-si-adegua-via-1.1252433
 
AGGIORNAMENTO GENNAIO 2015:

Povera Cometa, circa 12 anni ed è ancora in gabbia...

 
AGGIORNAMENTO 2 MARZO 2015:
Oggi con Marcella Iacoella​, presidentessa dell'Associazione Cucciolissimi Onlus, siamo andate in canile per liberare Cometa.
Roma Capitale ha, infatti, dato in adozione all'associazione la canetta.
Purtroppo, abbiamo appreso in data odierna dalla responsabile della struttura che era stata operata mesi fa per un emangiosarcoma (tumore) alla milza e che ha metastasi. Naturalmente di tutto ciò non si è saputo nulla fino ad oggi, anzi l'appello dell'avcpp è fermo alla sua prima pubblicazione del 17 giugno 2011.
Attualmente è in stallo insieme ad Ulisse e Chicco: nei prossimi giorni le faremo fare accertamenti sanitari e poi sarà portata dalla sua nuova mamma che l'aspetta.
Non potete immaginare i baci che ha dato a Marcella quando l'abbiamo portata via, si ricordava bene di lei che l'aveva seguita per anni al canile della Muratella dove stava prima di essere trasferita nel gennaio 2008 al canile abusivo ex Poverello.
Guardate le foto scattate questo pomeriggio dopo essere uscita per sempre dalla gabbia.
Speriamo possa vivere quel tanto per godersi la sua meritata libertà...
 cometa_liberata_2.3.2015_n._1c.jpg cometa_liberata_2.3.2015_n._3c.jpg
 cometa_liberata_2.3.2015_n._7c.jpg cometa_liberata_2.3.2015_n._5c.jpg
 cometachiccoulisse_n.1.jpg cometachiccoulisse_n._2.jpg

AGGIORNAMENTO 3 MARZO 2015:
Altro che operata "mesi fa" per un emangiosarcoma alla milza!
Dai documenti che sono stati consegnati, si evince che Cometa è stata operata OLTRE UN ANNO FA e le è stata tolta la milza.
Il 18 febbraio scorso, invece, poiché la canetta stava male, è stata visitata in clinica e fatta una biopsia il cui esito ci è stato riferito oggi essere "metastasi al fegato".
Tutti zitti per un anno, lavoratori e "volontari" avcpp affinché la canetta potesse morire in canile.
Non faccio commenti, credo che chiunque possa farsi da solo un'idea...

Dagli accertamenti eseguiti oggi dall'Associazione Cucciolissimi Onlus e da quanto riferito circa la biopsia eseguita da avcpp, ma di cui non si ha nulla di documentato, la diagnosi è MASSIMO 2 MESI DI VITA.

Non ho parole per la cattiveria dimostrata ancora una volta dalla gestrice a pagamento del canile... un anno fa, se avcpp lo avesse reso noto, si sarebbe potuto fare un appello del cuore...invece...per l'avcpp doveva morire in gabbia...

L'adottante è stata già avvisata del poco tempo che rimane a Cometa ed è stata un Angelo nel confermare la sua disponibilità ad accoglierla in casa. Non è da tutti. Tanta gente si sarebbe tirata indietro, lei no.

Stasera le ho fatto un bagnetto ed ora è tutta profumata, pronta per andare domani dalla sua nuova mamma. Le è stato somministrato un vermifugo e messo un antiparassitario esterno.

Che amarezza sapere che potrà godere la sua meritatissima libertà per così breve tempo...



















Commenti: 0


DECEDUTO Artù nero ora "Arturo" (matricola 676-10) URGENTISSIMA ADOZIONE DEL CUORE
31 gen : 19:59


Questo era Lollo...poi...ciò che resta di lui...nemmeno il nome, cambiato in Artù e ancora in Arturo...


 lollo_matr._676-10_intero1.jpg lollo_matr._676-10_muso3.jpg

...C'era una volta Lollo, un meticcio nero dal musetto tanto simpatico trovato randagio ed entrato in gabbia l'8 maggio 2010. Il 10 ottobre 2010 un primo trasferimento dal canile della Muratella al canile ex Poverello, per un giorno (già era molto magro). Dopo la "passeggiata" da un canile all'altro, di nuovo a Muratella. Poi, il 21 gennaio 2012 un altro bel giro al canile ex Poverello con tanto di cambio di nome in Artù (tanto per confondere le idee visto che ci sono 2 cani con lo stesso nome), canile dal quale chissà se uscirà vivo: magrissimo, con una semiparalisi alle zampe posteriori che va progredendo, non autosufficiente. Per alzarlo viene sollevato con una corda che gira doppia sotto il basso addome oppure tenuto per la coda, come visto fare da una operatrice in canile.
Le foto sopra e di seguito sono state scattate il 10 ottobre 2010, mentre le più recenti il 26 gennaio 2012 dove si vede che non è in grado di alzarsi da solo.
Matricola 676-10

REFERENTE ANNUNCIO VOLONTARIA AUTORIZZATA DAL COMUNE DI ROMA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Foto scattate il 10 ottobre 2010:
 lollo_matr._676-10_muso2.jpg lollo_matr._676-10_intero2.jpg
 lollo_matr._676-10_muso1.jpg 

Foto scattate il 26 gennaio 2012:
 lollo_art_676-10_n._4.jpg lollo_art_676-10_n._3.jpg
 lollo_art_676-10_n._2.jpg lollo_art_676-10_n._5.jpg



VIDEO GIRATO IL 28 MARZO 2012:


AGGIORNAMENTO 5 APRILE 2012:
Gli hanno cambiato nuovamente nome tanto per facilitarne l'adozione (!!!), ora si chiama "Arturo" come scritto sulla porta del recinto: è il 3° nome che gli mettono!
 art_nero_recinto_con_nome_cambiato_5.04.2012.jpg 

AGGIORNAMENTO 30 APRILE 2012:

ARTU' NERO E' BLINDATO, mi è stato impossibile entrare nel recinto davanti il “container della parte alta” dove si trovano Principessa (che si alza solo per bisogni fisiologici senza camminare più di un metro) e Artù nero (paralizzato alle zampe posteriori): c'è un lucchetto chiuso e senza chiave ad un'entrata ed una rete davanti l'altra entrata.
Come con Lazzaro, cercano di impedirmi di vedere effettivamente da vicino come sta e riferirvi. Infatti, Lazzaro aveva delle metastasi esterne di un tumore sotto il dorso e l'avcpp mi ha impedito in tutti i modi di poterlo osservare: se ne è accorta l'adottante dopo qualche ora quando il cane si è messo sdraiato.
Questa chiusura del recinto di Artù nero avviene dopo che ho pubblicato in internet i video girati ai due cani.

N
on possono chiudere così un recinto. Se ci fosse un qualsiasi pericolo (prende fuoco il container, uno dei due cani si sente male, eccetera) nessuno, tranne chi ha la chiave, potrebbe intervenire.
Se non hanno niente da nascondere perché blindare così i due cani?
Guardate le foto, cosa non devo vedere e riferire al popolo internet?
 recinto_container_accesso_chiuso_30.04.2012_n._1.jpg recinto_container_accesso_chiuso_30.04.2012_n._2.jpg
 recinto_container_accesso_chiuso_30.04.2012_n._3.jpg recinto_container_accesso_chiuso_30.04.2012_n._4.jpg
 recinto_container_accesso_chiuso_30.04.2012_n._5.jpg recinto_container_accesso_chiuso_30.04.2012_n._6.jpg

AGGIORNAMENTO 11 MAGGIO 2012:
Anche oggi mi è stato impedito l'accesso al recinto dove si trova "Artù nero ora Arturo", di nuovo le entrate bloccate con lucchetto e con rete. Quando ho chiesto il motivo per cui non potessi entrare, mi è stato risposto da un'operatrice che i cani erano malati. Ho insistito aggiungendo che sapevo benissimo che fossero malati visto che sono mesi che stanno nelle stesse condizioni. Passato qualche minuto è rivenuta l'operatrice, dopo aver parlato con altra che ha dato la direttiva, per dirmi che non poteva aprirmi perché Artù avrebbe potuto muoversi contento di vedermi e strusciare così la coda proprio adesso che si sarebbe riemarginata una piaga sulla stessa. Una balla del genere per nascondere cosa? Cosa non devo vedere da vicino e riportarvi? Vi spiego perché è una grandissima balla: guardate le foto sopra scattate il 30 aprile quando Artù, insieme a Principessa, è stato blindato all'interno del recinto, si vede benissimo che la coda era fasciata, quindi perché era chiuso con lucchetto già da quella data? Forse perché avevo pubblicato i video dove si notava lo stato dei cani? Artù è paralizzato nella parte posteriore del corpo, tra l'altro. Avete visto nei video che non muove un muscolo anche in presenza della sottoscritta volontaria che lo ha girato.
Guardate ora le foto che ho scattato dalla rete del recinto, il torace e la parte posteriore del cane scheletrici, si contano le ossa...
 container_chiuso_con_lucchetto_11.05.2012_n._1.jpg art_nero_11.05.2012_n._1.jpg
 art_nero_11.05.2012_n._2.jpg 

AGGIORNAMENTO 27 GIUGNO 2012:
Ci viene riferito che le notizie provenienti dall'associazione che gestisce il canile e riguardanti il cane sono le seguenti: "ha una patologia del midollo molto avanzata... patologia degenerativa... si stanno paralizzando anche le zampe anteriori...non si muove praticamente più. vive a terra e viene svuotato manualmente perché non fa più pipì da solo...spesso ha piaghe da decubito...".
Guardate voi stessi le foto di questo cane, giudicate con i vostri occhi. Potrà essere anche lavato in quelle 8 ore che c'è qualcuno in canile, ma le mosche gli si posano addosso in continuazione come potete notare nelle foto in varie parti del corpo ed il rischio bigattini è alto visto che il cane è paralizzato e quindi facile a piaghe; inoltre, per 16 ore al giorno è da solo in queste condizioni di salute. Ma vi diranno che questa è "dignità".
Arturo ricorda altri cani portati avanti così, come Notte, Aramis...tutti morti in canile...con la "dignità" che potete notare...senza sofferenza ovviamente vi diranno, infatti lo sguardo di ognuno di quei cani, questo compreso, era/è proprio quello di un cane che sta bene.

 art_nero_27.06.2012_n._2.jpg art_nero_27.06.2012_n._1.jpg
 art_nero_27.06.2012_n._4.jpg art_nero_27.06.2012_n._5.jpg
 art_nero_27.06.2012_n._6.jpg art_nero_27.06.2012_n._3.jpg

DECEDUTO TRA LE ORE 17.00 DEL 6 LUGLIO E LE ORE 7 DEL 7 LUGLIO
VERGOGNA! Arturo è stato trovato morto questa mattina: ieri il canile era aperto fino alle 17, il cane stava come al solito (vale a dire male). Come Principessa, è morto proprio quando si prospettava l'uscita dal canile: c'era un'altra pers...ona interessata, comunque il popolo internet si stava mobilitando per lui. GIA' MI SONO OFFERTA CON CHI DI DOVERE DI PAGARE A MIE SPESE L'AUTOPSIA. CHI CI LEGGE (SEMPRE!) SA CHE SE IL CADAVERE DEL CANE VERRA' DISTRUTTO SUBITO, SARA' MOLTO MOLTO SOSPETTO. E SO CHE CI LEGGETE SEMPRE.





























Commenti: 0


DECEDUTA Ginger
20 mar : 21:57


è un'anziana canetta di taglia medio/piccola invecchiata in gabbia: ...


...proviene dal sequestro per maltrattamenti di un canile lager, oltre 12 anni di prigionia! Nonostante tutto, è piena di gioia di vivere, uno spettacolo vederla giocare con gli altri cani. Molto buona, ideale per una famiglia. Se vuoi che nella tua vita entri tanta allegria, vieni subito a prenderla!

 

 

Referente annuncio volontaria autorizzata dal Comune di Roma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


   


DECEDUTA IL 13 APRILE 2011.





Commenti: 0


©2018 WE4.IT - Joomla Templates. All Rights Reserved. Designed by we4.it